Al Palasport di Ferrara il Kleb schianta Mantova 102-68 e in un sol colpo cancella il brutto KO rimediato al Paladozza con la Fortitudo e riaccende le speranze play-off. La Bondi ha controllato con autorità la gara per 40′, trascinata da un Cortese in serata di grazia, autore di prova surreale: 30 punti, 9/13 da dentro l’area e 3/4 da dietro la linea dei 6,75, conditi da 4 rimbalzi e 2 assist. Al suo fianco la sostanza di Hall e il fosforo di Moreno, ma tutti gli elementi della risicata rotazione a disposizione di Bonacina hanno ben figurato.

Mantova parte alla grande con le triple di Mei e Candussi (poi costretto a sedersi in panchina a causa di una distorsione alla caviglia per fare ghiaccio) ma la Bondi con calma e costanza prende il controllo del match trascinata da un Cortese super (13 punti nel primo quarto con un solo errore al tiro). Al 3′ primo vantaggio dei padroni di casa: 7-6, a segno Rush oltre al capitano. E altri quattro punti di Cortese, rintuzzati dai due di Fantoni (13-6) al 5′ costringono Lamma al time-out. Però il minuto di sospensione chiamato dagli ospiti non frena la vena realizzativa del Kleb, anzi. Al 6′  è show time: Hall recupera palla e guida la transizione, poi passaggio no-look per Moreno a servire l’accorrente Cortese che inchioda l’undicesimo punto di serata. Senza mai affrettare le conclusioni Ferrara conduce senza problemi, nonostante i canestri di Jones e Vencato. Poi se trovano il fondo della retina anche Hall e Molinaro (a bersaglio da dietro la linea dei 6,75) diventa tutto più facile: 24-14 al 10′. Dopo la pausa Cortese ne mette altri due, pescato alla grande da Hall dentro l’area. Vencato risponde dalla linea della carità 2/2. Poi Panni firma il 28-16 del 12′. Mantova prova a rientrare: tripla di Mei, quattro punti in fila di Moraschini e due di Candussi valgono il -6: 31-25 al 15′. Ferrara a questo punto rischia il tracollo perché entra in bonus presto – situazioni falli preoccupante: Cortese, Molinaro, Panni, Fantoni hanno tutti due sanzioni sul groppone – e la Bondi si vede fischiare contro due tecnici, uno per proteste e uno per flopping di Fantoni, ma non paga dazio, graziata dalla scarsa mira di Mantova dalla lunetta. I sette punti di Rush e i quattro di Fantoni nel secondo quarto permettono alla Bondi di tenere a distanza di sicurezza la Dinamica Generale, che, aggrappata alle folate di Moraschini (7 punti in 20′) e Jones (8) all’intervallo paga soprattutto la bassissima percentuale da dietro l’arco dei tre punti (3/17).

Al rientro dagli spogliatoi Mantova cerca di ricucire lo strappo con i sette punti consecutivi di Candussi, ma la Bondi limita i danni grazie ai canestri di Rush e Moreno: 47-40 al 24′. E poi torna anche al vantaggio in doppia cifra e le belle giocate difensive e i cinque punti di un Cortese (30 con un irreale 12/16 dal campo alla sirena) ai limiti della perfezione valgono il  55-42 al 25′.  Il tecnico fischiato a Jones potrebbe mettere fine alle speranze della Dinamica Generale ma gli isolamenti di Legion (7 punti nel terzo quarto) tengono acceso il lumicino in casa lombarda: 62-49 al 30′. Che si spegne, però, e questa volta definitivamente all’inizio dell’ultimo quarto nel momento in cui viene espulso Bobby Jones per doppio tecnico. La Bondi sente l’odore del sangue e azzanna la preda senza pietà: Hall (glaciale dalla lunetta), Rush (4 punti), Cortese e Panni (da dietro l’arco dei 6,75) firmano il +21 (72 – 51) a 7’47” dalla sirena. Dopo c’è spazio per poco altro, da segnalare la standing ovation – meritatissima – per il capitano e la quasi tripla doppia di Mike Hall (“solo” 9 i rimbalzi). Gran vittoria per i ragazzi di coach Bonacina, senza alcun dubbio. Bravi. Ma ora serve una conferma in trasferta sul campo di Ravenna.

Kleb Bondi Ferrara – Dinamica Generale Mantova 102-68

Parziali: (24-14); (41-33); (62-49).

Kleb Bondi Ferrara: Rush 24, Dioli n.e., Hall 11, Fantoni 10, Carella n.e., Donadoni 2, Molinaro 8, Cortese 30, Trombini n.e., Panni 10, Moreno 6. All.: Bonacina.

Dinamica Mantova: Vencato 4, Jones 10, Costanzelli n.e., Moraschini 12, Ferrara n.e., Timperi 3, Candussi 14, Mei 9, Legion 9, Cucci 8. All.: Lamma.



Leaderboard Derby 2019