Il Cesena non porterà con sé grandi ricordi della trasferta di Ferrara, visto che anche l’Under 16 si è vista battuta dai padroni di casa come già accaduto con l’Under 15 un paio d’ore prima. A portare un raggio di sole in casa biancazzurra è la doppietta di Teyou Tamo che vale il primo successo dopo due mesi di astinenza. Dal 14 gennaio (0-3 a Brescia) la squadra di Rossi aveva collezionato un pari e quattro sconfitte. L’esultanza in casa mancava addirittura dal 29 ottobre.

 

Già dai primi minuti le squadre si dimostrano vive, con un primo attacco da parte del Cesena: Bolognesi innesca centralmente Carra che però non trova un varco e la sfera colpisce un difensore spallino. Dopo questa prima azione è la SPAL a farsi vedere, in particolare al 5’ su un’azione da calcio d’angolo: la palla rimbalza due volte, la prima sul portiere, la seconda sul palo, non riuscendo ad entrare in rete. Ma è al 18’ che arriva la svolta: su una ripartenza Teyou Tamo prova un tiro dalla distanza apparentemente innocuo e che invece si rivela più insidioso del previsto per Salvatori.  La palla entra in rete, 1-0 per la SPAL. In questo primo tempo si è vista una SPAL decisa, che non ha lasciato spazio ai giocatori avversari, soprattutto sulle fasce e un Cesena che ha provato a creare qualche occasione, ma con scarsa precisione nelle conclusioni.

Il secondo tempo riprende con due cambi nelle file del Cesena e più determinazione in campo. Al 4’ infatti i protagonisti sono Carra e Campagna. Il primo recupera palla dalla metà campo e la porta verso l’area, cede al numero dieci che libera la conclusione e gonfia la rete, portando il risultato in parità. Tutto da rifare per le due formazioni. Dal 10’ inizia una serie di tensioni tra i giocatori ed è necessario l’intervento dell’arbitro per calmare la situazione e sventolare qualche cartellino giallo. Il gioco riprende e al 14’ è il neo-entrato del Cesena Saltarini ad avere la sua occasione. Su ripartenza, si lancia in solitudine verso la porta, ma la sua conclusione è imprecisa. Ed è sempre Saltarini, in coppia con Carra, ad essere protagonista di due azioni tra il 15’ e al 19’, ma anche in questo caso la difesa biancazzurra se la cava senza grandi pericoli. È al 39’ però che la partita cambia: Teyou Tamo viene innescato sulla trequarti e può involarsi solitario verso Salvatori, mettendo dentro il pallone del 2-1. Non è l’ultima emozione della partita, perché il Cesena chiude in dieci a causa dell’espulsione del proprio portiere per un avventato intervento fuori dalla propria area. L’allenatore Cancelli ha però finito i cambi disponibili e non può far entrare un altro portiere.  È quindi Carra che indossa i guanti e si mette in porta per concludere i minuti di recupero, riuscendo anche a parare un tiro di Cusumano al 46’.

Mister Rossi commenta così il match e le sue implicazioni: “La vittoria di oggi è importante per la fiducia. Abbiamo fatto quattro partite contro le prime quattro della classifica e abbiamo sempre giocato bene. La strada è quella giusta, ci vuole un po’ di fortuna e bisogna crederci di più. Oggi sono stati bravi perché abbiamo giocato contro una signora squadra e a Cesena si respira calcio”. Sulla prestazione aggiunge: “Nel primo tempo non c’è stata partita, nel secondo invece c’era la paura di non vincere, poi abbiamo preso il gol. Ma non abbiamo mollato e abbiamo trovato la forza per vincere. I ragazzi se la meritano e sono contento per loro. Il percorso di crescita è anche questo”. Rossi dice la sua anche sulle ammonizioni di oggi: “La partita è stata bella, intensa e cattiva nel modo giusto, a livello agonistico. Il secondo tempo è stato un botta e risposta, una partita aperta per merito di entrambe le squadre”. In conclusione, spende due parole anche sui singoli giocatori: “Sono contento anche per chi nel girone di andata ha giocato poco, come Sandri che oggi ha fatto una gran partita. Chi lavora bene poi alla fine coglie i frutti. Bisogna farsi trovare pronti nel momento giusto”.

LINK: I risultati della 21^ giornata nel girone B e la classifica.

SPAL – CESENA 2-1 (p.t. 1-0)

SPAL (4321): Galeotti, Stabellini (dal 20’ s.t. Randi), Yabre, Fregnani, Sandri, Pasqualino (dal 35’ s.t. Perinelli), Cuoghi (dal 13’ s.t. Cuomo), Teyou Tamo, Cusumano, Bertini, Faye (dal 13’ s.t. Simeoni). A disp.: Maksymowicz, Benini, Bonora. All.: Rossi.

CESENA (433): Salvatori, Meluzzi (dal 1’ s.t. Romano), Bolognesi (dal 32’ s.t. Casadio), Vallocchia (dal 1’ s.t. Santarini), Fabbri, Manara, Boriani, Fiorani, Mamona (dal 34’ s.t. Sanchez), Campagna (dal 36’ s.t. Laghi), Carra. A disp.: Olivieri, Bernardi, Semprini. All.: Cancelli.

Arbitro: Sig. Fabiano di Bologna; assistenti: Bortolan e Casoni di Ferrara.
Reti: al 17’ p.t. e al 39’ s.t. Teyou Tamo (S), al 4’ s.t. Campagna (C).
Ammoniti: Boriani (C), Carra (C), Teyou Tamo (S), Bolognesi (C), Yabre (S), Faye (S), Cuomo (S), Pasqualino (S), Laghi (C), aPerinelli (S).
Espulsi: Salvatori (C) al 41′ s.t.
Note: pomeriggio freddo e piovoso. Angoli: 8-2. Recuperi: 6’ s.t.



Leaderboard Derby 2019