Sono un cartellino rosso e una punizione malandrina a condannare la SPAL Under 15 nel derby contro il Bologna, al termine di una sfida serrata e combattuta che gli spallini combattono fino alla fine, ma non riescono a riprendere come vorrebbero. I rossoblù vincono 1-0 il recupero della ventesima giornata (rinviata tre settimane fa per maltempo) ma devono sudare per portare a casa il successo, con una SPAL mai doma che ha tenuto botta esibendo una prestazione di grande carattere e generosità. Senza essere condizionata dall’uomo in meno e dallo svantaggio iniziale. Buone notizie comunque per Barella nonostante la sconfitta: la squadra conferma di essere in salute e la reazione d’orgoglio e compattezza visti oggi indicano un altro passo nel processo di crescita di questo gruppo.

Sul campo in erba naturale (non in perfette condizioni) a San Giorgio di Piano, i ragazzi allenati dall’ex tecnico padovano non hanno neanche il tempo di prendere le misure che dopo cinque minuti dal fischio d’inizio perdono un uomo e successivamente subiscono gol. Palla persa al limite dell’area avversaria, ripartenza del Bologna che coglie impreparata la difesa spallina e fallo da ultimo uomo di Pederzani, che tocca poco prima di entrare in area l’attaccante bolognese. Rosso diretto, ma oltre al danno arriva anche la beffa, perché sulla successiva punizione Dimitrijevic non lascia scampo a Mingozzi e porta avanti i padroni di casa. Al contrario di quanto si possa pensare, la SPAL non si demoralizza, riparte a testa bassa e costruisce una buona resistenza che non trova dall’altra parte un Bologna troppo intraprendente, preoccupato di più a difendere il vantaggio iniziale. Gli estensi provano a fare il possibile e al 27’ Barella cambia volto ai suoi, inserendo tutti in una volta quattro giocatori più adatti al gioco in profondità e con più fisicità, segno che non c’è nessuna intenzione d’arrendersi. La SPAL continua a battagliare con l’inizio della ripresa e mette pressione al Bologna, incapace di costruire occasioni degne di nota e di chiudere il discorso segnando il raddoppio. Alla fine comunque il risultato non cambia più e i bolognesi portano a casa un derby complessivamente bruttino. Ora tra quattro giorni di nuovo in campo, per la sfida casalinga al centro “G.B. Fabbri” contro l’Hellas Verona.

Nel post partita il vice-allenatore Crivellaro elogia la prestazione dei suoi ragazzi, vedendo comunque il bicchiere mezzo pieno: “Anche se il verdetto di oggi ha detto il contrario, non sono del tutto convinto che siano più forti di noi. È stata una partita difficile giocata su un altro campo complicato, ma posso dire con certezza una cosa: sono orgoglioso della grande prestazione dei ragazzi, hanno giocato una partita dal primo all’ultimo minuto battagliando, cercando di fare il possibile nonostante la grossa penalizzazione iniziale. Ho interpretato l’esultanza dei giocatori del Bologna a fine partita come un segno della nostra forza, della nostra grinta e del nostro reale valore. Questa squadra ha costruito un grande spirito di gruppo e aver mantenuto questo atteggiamento aggressivo per tutta la partita vuol dire essere cresciuti tantissimo sotto il profilo mentale. Cerchiamo di toglierci qualche soddisfazione in queste partite che mancano per finire la stagione. Direi che ce lo meritiamo”

BOLOGNA-SPAL 1-0 (1-0)

BOLOGNA: Ruggiu,Cavina, Mantovani, Dimitrijevic, Carrettucci, Rubbi, Vanzo (dal 30’ s.t. Caprino), Mareco, D’Alpa (dal 30’ s.t. Panariello), Bovo (dal 7’ s.t. Lami), Spinella ( dal 11’ s.t. Grimandi). A disp. Cinelli, Luccarini, Ballan, Calderoni, Nico. All. Morara

SPAL: Mingozzi, Basile, Vespa (dal 27’ p.t. Colace e dal 33’ s.t. Bonora), Pederzani, Stefano, Roda, Salvemini (dal 21’ s.t. Amore), Forapani (dal 27’ p.t. Castelli e dal 21’ s.t. Maneo), Zannoni (dal 27’ p.t. Rimondi), Pilotto, Diagne (dal 27’ p.t. Faggi). A disp. Pezzolato, Magnanini. All. Barella

ARBITRO: Sign. Gallo di Bologna ASS.TI: Bombonato-Faccani.
MARCATORI: Dimitrijevic (B) al 5’ p.t.
AMMONITI: Rimondi (S).
ESPULSI: Pederzani (S) al 4’ p.t. per fallo da ultimo uomo.
NOTE: giornata soleggiata ma ventosa. Campo in erba naturale ma in condizioni non ottimali



Leaderboard Derby 2019