In attesa della rivoluzione delle squadre B… come sarebbe quella della SPAL se ne avesse una?

Anche se la novità delle cosiddette “squadre B” dovesse essere realmente introdotta nella stagione 2018-2019 come paventato da Alessandro Costacurta, per la SPAL cambierebbe poco o nulla. Al netto delle perplessità espresse dai vertici della serie C (ma anche da quelli di B) e degli ostacoli di carattere burocratico-regolamentare, è verosimile ipotizzare che questa riforma possa entrare a regime solo a partire dalla stagione 2019-2020, come poi era stato delineato nel corso dei vari confronti tra la Figc e le diverse leghe.
Se poi davvero la Figc decidesse di andare avanti sulla strada indicata dall’ex difensore del Milan, con tutta probabilità nella prossima stagione verrebbero create al massimo tre o quattro squadre espressione dei maggiori club (Juventus, Inter, Milan, Roma, Napoli) per completare gli organici di una terza serie che quest’anno ha visto addirittura tre squadre fallire a campionato in corso.

Detto questo, visti i paletti fissati (almeno virtualmente) dalla federazione, abbiamo provato a immaginare come sarebbe potuta essere una squadra B della SPAL se fosse stata messa insieme quest’anno. Tenendo conto ovviamente dell’organico del vivaio e della pattuglia dei ragazzi mandati a fare esperienza in Lega Pro o in serie D. Vale la pena ricordare i tre principi base:
– Possono essere schierati solo giocatori U23.
– Devono essere giocatori tesserati con squadre italiane da almeno sette anni.
– Si possono schierare 3 “Over” senza limiti di età, ma dovrà trattarsi di giocatori con meno di 5 presenze in prima squadra.

Partendo dall’ultimo punto, tre potenziali over convocabili nella squadra B 2017-2018 potrebbero essere Marchegiani (1996), Pa Konate (1994) e Vitale (1997), rispettivamente a quota 0, 2 e 3, considerata anche la Tim Cup. Il resto della rosa verrebbe reclutato tra i principali giocatori mandati in prestito in questa stagione (Murano, Costantini, Strefezza, PosoccoBellemo, Della Giovanna) e gli elementi di spicco dell’attuale Primavera.

A disposizione: Seri 99, Boccafoglia 98, Scarparo 99, Cannistrà 00, Martina 00, Posocco 96, Esposito 00, Maranzino 99, Artioli 98, Miotto 98, Parolin 00, Russo 99, Ubaldi 99, Cuomo 99.

Non potrebbero essere utilizzati due giocatori come Demba Thiam e Shaka Mawuli, che in questa stagione si sono messi in luce in serie C nel Fano dell’ex Oscar Brevi. Così come rimarrebbero fuori alcuni degli stranieri inseriti quest’anno nella Primavera allenata da Cottafava, come Barbosa Vischi, Ljubic, Petrovic, Barbosa Avelino, Cuellar e Clement.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0