Rispetto ad una settimana fa ci sono molti meno calcoli da fare, almeno per la SPAL. Le vittorie esterne di Chievo e Udinese, ma anche l’affermazione del Cagliari a Firenze, lasciano i biancazzurri in una posizione scomodissima a quota 35, ma a differenza del Crotone non c’è l’obbligo di vincere a tutti i costi per poi dipendere dagli altri.

SE LA SPAL BATTE LA SAMPDORIA (38 punti): rimane in serie A, perché anche in caso di vittoria dei calabresi al San Paolo è premiata dagli scontri diretti. (1-1 e 2-3)
SE LA SPAL PAREGGIA CON LA SAMPDORIA (36 punti): deve aspettare buone notizie da Napoli. In caso di pareggio o di sconfitta del Crotone, i biancazzurri rimarrebbero in serie A. In qualunque altro caso sarebbe retrocessione, visto che un arrivo a pari col Cagliari (impegnato in casa con l’Atalanta) favorirebbe i sardi, vincitori di entrambi gli scontri diretti. In caso di arrivo a tre a quota 36 (Cagliari, SPAL, Crotone) sarebbe il Crotone a retrocedere per classifica avulsa.
SE LA SPAL PERDE (35 punti): si salva solo con una contemporanea sconfitta del Crotone a Napoli. Qualunque altro risultato la condannerebbe.

Paradossalmente, la vittoria del Cagliari sulla Fiorentina ha semplificato il quadro della classifica avulsa per la SPAL. Infatti non ci sono più casi che vedrebbero i biancazzurri condannati alla B in caso di arrivo a pari punti di tre o più squadre.

Arrivo a pari punti tra Cagliari, SPAL e Crotone: retrocessione del Crotone
Arrivo a pari punti tra Chievo, SPAL e Crotone: retrocessione del Crotone
Arrivo a pari punti tra Udinese, SPAL e Crotone: retrocessione del Crotone
Arrivo a pari punti tra Chievo, Udinese, SPAL e Crotone: retrocessione dell’Udinese

Nel prossimo turno (domenica 20 maggio, ore 18) sono previste:
* SPAL-Sampdoria
* Napoli-Crotone
* Cagliari-Atalanta
* Chievo-Benevento
* Udinese-Bologna



leaderboard Coop Reno