L’attesa di Mattioli raccontata a Di Marzio: Settimana interminabile. Semplici? Critiche superate

La lunga attesa di SPAL-Sampdoria sta logorando praticamente tutti, compreso il presidente Walter Mattioli che evidentemente ha voluto esorcizzare un po’ il momento raccontando il suo stato d’animo al giornalista di Sky Gianluca Di Marzio: “Ammetto che questa mi sembra la settimana più lunga della mia via vita – ha detto il pres – e non vedo l’ora che arrivi domenica. Mi aspetto una gara bella, combattuta e con un buon arbitraggio. Se ci fosse da utilizzare il Var, che sia fatto tranquillamente“.

Nell’intervista Mattioli lascia intendere che qualche altro presidente farebbe il tifo per la Sampdoria: “Leggo che tanti miei colleghi fanno il tifo per loro, io personalmente mi auguro solo che faccia la sua partita in maniera corretta perché fino ad oggi noi non abbiamo ricevuto regali da nessuno. E’ giusto che tutte se la giochino fino alla fine. L’Atalanta,vorrà certamente centrare la qualificazione in Europa, ma mi aspetto che anche le altre come Benevento e Bologna facciano il loro dovere“.

Il numero uno biancazzurro ha parlato anche di Semplici e di quanto accaduto nei mesi scorsi: “Abbiamo un allenatore che da tre anni a questa parte ci ha sempre fatto giocare bene. Tutti i punti che abbiamo fatto sono stati meritati sul campo. Certo, da tifoso mi aspettavo qualche punto in più, ma giusto per poter stare un po’ più tranquillo adesso. Io e il mister abbiamo un rapporto umano molto particolare. Lo ammiro molto e professionalmente lo considero un ottimo allenatore. Ammetto che c’è stata qualche critica da parte mia tra gennaio e febbraio, ma siccome la SPAL è una famiglia, ne abbiamo parlato e abbiamo superato tutto. Sapevamo che fosse l’uomo giusto per il nostro progetto e abbiamo deciso di confermargli la nostra fiducia“.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0