Con il figlio Pietro a fare da modello per uno dei tre kit della SPAL per la stagione 2018-2019, Simone Colombarini ha un motivo in più per essere orgoglioso: “Quest’anno per presentare le maglie non volevamo fare qualcosa di banale e abbiamo voluto dare continuità al tema della famiglia proposto già per la campagna abbonamenti. La presentazione abbiamo pensato di dedicarla ai bambini, perché nel corso di questi anni costellati di successi e soddisfazioni si sono sempre più affezionati alla SPAL e ai colori biancazzurri. Devo dire che è riuscita davvero bene, sono molto contento. Modificare la prima maglia? Impossibile, si può lavorare solo sui dettagli, sia sotto il punto di vista tecnico che di design. La tradizione è importantissima in questo caso: quelli sono i nostri colori e non cambieranno mai. La maglia arancio ci dà la possibilità di usarla un po’ di più in trasferta, volevamo fare qualcosa di nuovo per staccare da quanto si è visto nelle stagioni passate. Per quanto riguarda la terza stiamo ancora lavorando, perché c’erano da sistemare alcuni dettagli, comunque posso dirvi con certezza che sarà indossata dai giocatori in occasione della presentazione della squadra ai tifosi. Sarà una piacevole sorpresa, ve lo assicuro. La campagna abbonamenti? Siamo molto soddisfatti perché il numero di sottoscrizioni rientra nelle più rosee aspettative“.



Leaderboard Derby 2019