Sorride e ha tutti i motivi per farlo Walter Mattioli al momento di presentarsi davanti ai giornalisti nella zona mista del Dall’Ara di Bologna: “Quanto sono felice da 1 a 10? 11. Lo sapete benissimo quanto fosse importante partire con il piede giusto, in più era un derby molto sentito, quindi la soddisfazione è doppia. Abbiamo iniziato un po’ al rallentatore e ho iniziato a fare brutti pensieri, poi però siamo venuti fuori alla distanza e abbiamo giocato da grande squadra. La SPAL si è dimostrata per l’ennesima volta un gruppo costituito da grandi uomini oltre che buoni giocatori. Sono davvero molto contento, non solo per il risultato, ma soprattutto per la partita che abbiamo visto. Tre punti fondamentali per il nostro cammino che ci deve portare alla salvezza, mi riempie di gioia aver fatto un regalo del genere ai nostri sostenitori. Il Bologna mi è parso un po’ macchinoso, evidentemente deve rodare ancora qualche nuovo meccanismo dovuto al cambio di guida tecnica. Noi invece siamo riusciti a sfruttare al meglio il fatto che ci conosciamo praticamente a memoria. È stata una gara equilibrata tra due squadre che secondo me si equivalgono, molto combattuta, risolta da Kurtic con un tiro meraviglioso. E sul finale siamo stati fortunati quando Helander ha colpito il palo. Missiroli? Uno dei migliori in campo senza alcun dubbio. Grande acquisto, che si è integrato subito nello scacchiere di Semplici. Speriamo di ripeterci anche domenica prossima con il Parma. Il coro ‘salutate la Giacomense’ fa sempre piacere, perché ricordare da dove questa avventura è cominciata è sempre bello. Rispetto all’anno scorso siamo più maturi e consapevoli, inoltre sono arrivati altri giocatori importanti“.



Leaderboard Derby 2019