Dopo il patron è toccato al presidente della SPAL, Walter Mattioli, prendere la parola in mixed zone all’Olimpico. E il Pres, nonostante la gioia, ha contenuto l’entusiasmo: “Sono molto contento perché abbiamo vinto una partita incredibile contro un avversario di valore come la Roma. Arrivavamo da quattro sconfitte consecutive e pensavamo di soffrire anche qui, invece i ragazzi hanno fatto una gara straordinaria, come del resto avevano fatto contro l’Inter. Solo che in questo caso è stata la SPAL ad andare in vantaggio e poi è stata bravissima a tenere sotto controllo il match imponendo il proprio ritmo. Voglio dire ‘grazie di cuore’ a tutti, partendo dai calciatori e finendo allo staff tecnico, perché una soddisfazione del genere ce la ricorderemo per molto, molto, tempo. Ora festeggiamo, perché è giusto così, ma da lunedì tutti concentrati sul prossimo impegno in vista: arriva il Frosinone a Ferrara al Paolo Mazza e per noi è una partita da non sbagliare, da dentro o fuori. Il gruppo ha dimostrato di essere coeso e di aver assimilato al meglio i dettami tattici di Semplici, questo pomeriggio hanno approcciato la gara in maniera fantastica, nonostante la Roma nelle prime battute ci abbia aggredito parecchio. Gli esordi? Quando ho letto la formazione ho sorriso ed ero contento, perché credo che tutti meritino la possibilità di giocarsi le loro chance dall’inizio. Mi fa piacere che Bonifazi abbia fatto gol, bravo. Milinkovic-Savic – da 10 in pagella se non fosse stato per l’espulsione – e Costa hanno fatto una prestazione maiuscola. Bene anche Valoti. Bravi tutti, abbiamo fatto una grandissima gara. Però teniamo i piedi per terra, lo sappiamo che abbiamo una rosa all’altezza della A. Pensiamo a salvarci con qualche giornata di anticipo. Predico umiltà, la strada da seguire è questa. Avanti così. Tifosi? Non ho capito bene cosa sia successo, devo indagare. Lo sapete quanto mi faccia star male quando mi toccano i tifosi. Indispensabili e insostituibili“.



Leaderboard Derby 2019