Nel dopo gara di Milan-SPAL abbiamo raccolto le dichiarazioni di capitan Mirco Antenucci e Mirko Valdifiori, dispiaciuti per la sconfitta, ma entrambi confortati dalla prestazione:
MIRCO ANTENUCCI
Come qualche giorno fa a Napoli un grande portiere ci ha negato il pareggio giusto per un soffio. La speranza è che la prossima volta la fortuna giri dalla nostra parte. Abbiamo fatto una discreta partita, affrontando una squadra che poteva essere in difficoltà all’apparenza, ma che in realtà sul campo ha dimostrato tutto il contrario, mettendo in mostra organizzazione e solidità. Abbiamo fatto una bella figura e il grande rammarico è tornare a casa senza punti per la classifica, ma pazienza, ci rifaremo. Purtroppo in questo momento non ci sta girando benissimo, paghiamo qualche distrazione di troppo, ma tutto sommato direi che siamo in linea con quello che dovevamo fare, tenendo conto che abbiamo perso qualche punticino per strada. Però manteniamo pur sempre un buon distacco dalla terzultima. Abbiamo sotto gli occhi, in termini di classifica, dei buoni miglioramenti rispetto all’anno scorso e questo deve farci ben sperare per il girone di ritorno, da affrontare con la massima concentrazione e cattiveria. Al ritorno in campo subito un match-ball decisivo per la salvezza? Sarà sicuramente una delle partite più importanti dell’anno. Un derby è sempre un derby e a maggior ragione con questa classifica assume un significato ancora più importante. Adesso ci riposiamo poi vediamo di rientrare dalla sosta con la giusta carica per ripartire. La squadra ha bisogno di qualche ‘sberla’ per svegliarsi? Non direi, dopo il nostro svantaggio forse potevamo gestirla meglio e abbiamo perso qualcosa nelle varie ripartenze, anche se in questo discorso dobbiamo tener conto della bravura del Milan, grande squadra con grandi giocatori. Questa sera ho visto dei calciatori impressionanti di fronte, specialmente a centrocampo. La difesa ha retto bene e ci siamo sacrificati tutti per la causa, ora riprendiamo il girone di ritorno verso una salvezza che è ampiamente alla nostra portata”.
MIRKO VALDIFIORI
“Avevo voglia di entrare in campo perché giocare in questo stadio è sempre bello e dalla panchina avevo la sensazione che la squadra avesse la forza di pareggiarla. Abbiamo creato tre-quattro occasioni importanti, peccato per la super-parata al novantesimo di Donnarumma, ancora su Fares, che come a Napoli ci ha negato un altro punto su un campo importante. Dispiace perché ci tenevamo a finire l’anno bene, anche per il morale perché prendere un punto a San Siro ci avrebbe permesso di lavorare ancora meglio durante la sosta. Adesso dobbiamo rimanere compatti ed essere consapevoli dell’importanza dello scontro diretto con il Bologna. Tornando al Milan, oggi siamo partiti bene, andando in vantaggio. Siamo stati puniti da un loro eurogol nel nostro momento migliore. Costa ha provato ad allontanarla, sfortuna vuole che sia finita sui piedi di Castillejo. Ma lui voleva rinviare. Cerchiamo di continuare così. Il calcio si gioca per fare punti, però magari questa è la strada giusta per farli su altri campi importanti in futuro. Modulo? Noi siamo sempre pronti a cambiare e riportare in campo in maniera migliore possibile quello che ci chiede l’allenatore. Col 4-4-2 abbiamo tenuto meglio il campo, mettendo il Milan alle corde negli ultimi venti minuti. Per quanto riguarda il mio impiego in questo girone d’andata posso dire che il minutaggio lo trovi solo giocando. Io sono a disposizione dell’allenatore e cerco di dare sempre il massimo. Spero di avere più continuità nei prossimi mesi.”



Leaderboard Derby 2019