Difficile che il mercato di gennaio possa fare cambiare volto ad una stagione, ma a volte un paio di innesti mirati possono senz’altro dare una marcia in più. Se si guarda alle sessioni invernali della SPAL all’interno della gestione-Colombarini, ci si accorge che spesso è stato così. Dagli arrivi decisivi di Cionek e Kurtic a quelli di Giani e Sereni, diamo un’occhiata a quanto avvenuto negli ultimi sei mesi di gennaio, dal 2014 a oggi.
2013-2014 (serie: Seconda Divisione, presidente: Mattioli, dg: Vagnati)
Acquisti: Fabio Lebran (14 presenze); Samuele Sereni (10 presenze), Nicolas Giani (13 presenze); Tommaso Arrigoni (12 presenze); Matteo Berretti (14 presenze); Nicola Falomi (9 presenze).
Che ne è stato di loro?
Giani è l’unico ad aver proseguito la sua esperienza biancazzurra per più di sei mesi. Ha lasciato la SPAL nell’estate 2017, da capitano, dopo avere vinto due campionati di seguito con un totale di 90 presenze e 6 gol. Gli altri hanno proseguito altrove: Lebran ha cambiato un paio di maglie (Como, Savona) in Lega Pro prima di accasarsi vicino a casa col Campodarsego (serie D) e successivamente al Darfo Boario (sempre in serie D). Sereni ha girovagato un po’ dopo la sua cessione nell’estate 2014: Pavia, Mantova, Forlì e infine Imolese (serie C). Anche Arrigoni ha salutato Ferrara nell’estate seguente, per iniziare un giro che lo ha portato in giro per la serie C: Forlì, Santarcangelo, Lumezzane, Lucchese e infine Siena. L’estate 2014 ha segnato il passo d’addio anche per Berretti e Falomi ed entrambi sono scesi di categoria. Berretti ha militato in quattro diverse squadre (Agropoli, Jolly e Montemurlo, Poggibonsi e Grosseto), mentre Falomi ha fatto la valigia più spesso, giocando con Altovicentino, Melfi, Vis Pesaro (22 gol in una stagione e mezza), Sanremese, Recanatese e infine Santarcangelo.
Cessioni: Rosseti (Poggibonsi); D’Orsi (Pavia); Cenerini (Gavorrano); Banzato (Sambonifacese); Montorsi (Cuneo).
Che ne è stato di loro?
Rosseti è rimasto esclusivamente in Toscana, gravitando tra serie C e serie D (Poggibonsi, Lucchese, Viareggio, Arezzo, Montevarchi, San Donato Tavarnelle). Sorte simile per D’Orsi che ha proseguito con Martina Franca, Gelbison, Gravina e Campobasso. Banzato è progressivamente sceso di categoria fino alla Promozione (Treviso), Montorsi al momento è nel campionato di Eccellenza col Cittadella Vis San Paolo, nel modenese.
2014-2015 (serie: Prima Divisione, presidente: Mattioli, dg: Vagnati)
Acquisti: Emanuele Rovini (14 presenze); Andrea Pappaianni (0 presenze); Valerio Nava (15 presenze); Marcello Cottafava (15 presenze); Matteo Gerbaudo (7 presenze); Gianmarco Zigoni (19 presenze)
Che ne è stato di loro?
Nel caso di Cottafava e Zigoni si è trattato di ingaggi notevoli: il veterano della difesa ha portato la solidità che mancava, togliendosi la soddisfazione di vincere il campionato nella stagione successiva, prima di diventare allenatore nelle giovanili biancazzurre (U17 e quindi Primavera). Zigoni ha avuto un impatto immediato dal punto di vista realizzativo, confermandosi poi anche nelle trionfali stagioni successive per un totale di 36 gol in 99 presenze. Gli altri sono stati delle vere e proprie meteore. Rovini al momento è alla sua terza stagione alla Pistoiese (69 presenze, 19 gol), intervallata da una alla Pro Vercelli (12 presenze, 1 gol). Nava è transitato fugacemente in B con l’Ascoli prima di iniziare un lungo giro che lo ha portato a Cittadella, Catania, Alessandria, Castellamare di Stabia e Piacenza. Lì l’esterno di scuola Atalanta sta vivendo una situazione surreale, con la squadra senza stipendi da mesi e ormai vicina all’esclusione dal campionato. Gerbaudo ha proseguito in serie C con Carrarese, Pordenone e Cuneo prima di accettare la proposta del rinnovato Avellino in serie D. Pappaianni ha giocato per una stagione alla Correggese, prima di diventare il capitano del Mezzolara (serie D).
Cessioni: Ferretti (Matera); Legittimo (Grosseto); De Cenco (Pontedera); Germinale (Alessandria).
Che ne è stato di loro?
Ferretti attualmente è alla seconda stagione con la Ternana (serie C) dopo le esperienze con Matera, Albinoleffe e Cremonese. Legittimo gioca in B nel Cosenza dopo aver vinto il campionato di serie C della scorsa stagione col Lecce. Era già stato in serie B con il Trapani (2016-2017), ritrovando la SPAL da avversaria. Anche De Cenco ha giocato in B col Trapani (19 presenze, 2 gol), ma nelle ultime due stagioni è sceso in serie C con Padova, Pistoiese e infine Sudtirol (18 presenze e 5 gol nell’attuale campionato). Germinale ha seguito Oscar Brevi a Padova (18 presenze, 0 gol) e Fano (46 presenze, 14 gol) prima di essere ingaggiato dal Pordenone (13 presenze, 3 gol).
2015-2016 (serie: Prima Divisione, presidente: Mattioli, dg: Vagnati)
Acquisti: Eros Schiavon (14 presenze); Luigi Grassi (11 presenze); Seveso (0 presenze).
Che ne è stato di loro?
Schiavon è letteralmente tornato a casa e si è tolto la soddisfazione di diventare uno dei due giocatori della storia della SPAL ad aver indossato la maglia biancazzurra in tutte e quattro le categorie professionistiche finora esistite. L’altro è Manuel Lazzari. Nell’estate del 2018 ha firmato per la Pro Vercelli (serie C), ma sta trovando poco spazio (9 presenze di cui solo 3 da titolare). Grassi ha firmato un gol pesante nel giorno del suo debutto con la SPAL (a Pistoia) ed è rimasto per i primi mesi della stagione di serie B, prima di tornare al Pontedera. Quest’anno, dopo essere rimasto svincolato, il 35enne fantasista ha firmato a fine novembre per il Seravezza in serie D (5 presenze, 1 gol). Seveso venne preso per fare il terzo portiere e giocare con la squadra Berretti: in seguito ha giocato in serie D (Caravaggio, Levico, Pavia), mentre da quest’anno è in Promozione al Saronno.
Cessioni: nessuna.
2016-2017 (serie: B, presidente: Mattioli, dg: Vagnati)
Acquisti
: Poluzzi (Fidelis Andria); Costa (Chievo); Floccari (Bologna); Costantini (Mezzolara)
Che ne è stato di loro?
Costa, Floccari e Poluzzi sono ancora al loro posto, anche se il portiere si è limitato a scendere in campo solo per uno spezzone di SPAL-Bari, ultima del campionato di B. Costantini ha preso parte alla festa-promozione di Terni, poi ha vissuto prestiti non del tutto entusiasmanti alla Juve Stabia e al Ravenna con 12 apparizioni complessive, equamente divise.
Cessioni: Branduani (Teramo); Beghetto (Genoa); Picchi (Empoli, fp); Spighi (Teramo); Cerri (Pescara); Grassi (Pontedera)
Che ne è stato di loro?
Beghetto è attualmente un avversario della SPAL con la maglia del Frosinone: i ciociari lo hanno riscattato dal Genoa dopo un anno di prestito in serie B. Branduani è alla seconda stagione consecutiva da titolare alla Juve Stabia. Cerri si è rilanciato con una grande stagione al Perugia (15 gol in 33 presenze), mentre ora fatica a trovare posto nel Cagliari. Spighi è ancora al Teramo, ma nella scorsa stagione ha avuto una parentesi al Catanzaro, sempre in serie C. Picchi è alla Pistoiese da gennaio 2018.
2017-2018 (serie: A, presidente: Mattioli, ds: Vagnati)
Acquisti
: Kurtic (Atalanta); Cionek (Palermo); Everton Luiz (Partizan); Simic (Sampdoria); Dramé (Atalanta)
Che ne è stato di loro?
Comprensibilmente sono quasi tutti ancora in biancazzurro, tranne Dramé, lasciato libero dopo il limitato apporto offerto nel girone di ritorno. Il difensore senegalese è ancora svincolato, anche se le cronache recenti del mercato lo accostano a Pescara e Salernitana.
Cessioni: Oikonomou (Bari); Cremonesi (Virtus Entella); Mora (Spezia); Rizzo (Atalanta); Della Giovanna (Arezzo); Bellemo (Padova)
Che ne è stato di loro?
Oikonomou ha fatto appena tre partite al Bari prima di tornare in patria, all’AEK Atene. Lì è tornato a giocare con continuità, togliendosi pure la soddisfazione di debuttare in Champions League. L’AEK ha superato due turni preliminari con Vidi FC e Celtic, prima di chiudere a zero punti un girone complicato con Bayern Monaco, Ajax e Benfica. Oikonomou ha giocato 8 partite su 10. Mora allo Spezia non sta rendendo ai livelli straordinari dei suoi primi due anni di SPAL, anche se ha messo a referto 6 assist su 30 presenze. Rizzo all’Atalanta è stato messo KO da un infortunio al tendine rotuleo, mentre quest’anno ha collezionato appena 5 presenze col Foggia. Cremonesi è al Perugia: è stato titolare fisso fino a dicembre. Bellemo a maggio ha festeggiato la promozione in B col Padova, ora è alla Pro Vercelli da titolare (17 presenze), il suo cartellino è ancora della SPAL. Anche Della Giovanna è in prestito, ma sta trovando spazio limitato nel Sudtirol (serie C). All’Arezzo è stato schierato per un totale di 10 volte.



Leaderboard Derby 2019