Attenzione, perché il mercato in uscita della SPAL potrebbe improvvisamente decollare col sostanziale contributo del Frosinone. Quello che nei giorni scorsi era l’interessamento per Pasquale Schiattarella si è infatti concretizzato in una vera e propria proposta al giocatore, tanto da indurre le due società ad allacciare i contatti per un trasferimento. Al centrocampista di Mugnano di Napoli è stata prospettata la possibilità di sottoscrivere un triennale con scadenza 2021 e opzione per un’ulteriore stagione, più o meno alle stesse cifre garantite ora dalla SPAL. Opportunità che Schiattarella (32 anni il prossimo 30 maggio) starebbe seriamente prendendo in considerazione, visto che il suo accordo con la SPAL scadrà a giugno 2020 e una trattativa per il prolungamento non è all’ordine del giorno in casa biancazzurra. Al Frosinone piace anche il croato Josip Misic (1994), altro giocatore temporaneamente accantonato dallo Sporting Lisbona. E’ lui l’alternativa a Schiattarella.
Le parole con cui oggi il ds Vagnati ha trattato l’argomento uscite (“Non è detto che vadano via solo calciatori che hanno giocato poco) sembrano avvalorare la tesi di una imminente cessione di Schiattarella ai ciociari. La SPAL nel caso rinuncerebbe a un giocatore di grande personalità e versatilità (16 presenze in stagione; 86 dal suo arrivo a Ferrara), ma potrebbe anche concentrare le sue attenzioni sulla mezzala dalle caratteristiche offensive che tanto farebbe comodo in questa fase. Ciò non toglie che per rimpiazzare il numero 28 la SPAL potrebbe comunque andare alla ricerca di un altro giocatore (magari più giovane?) in grado di posizionarsi davanti alla difesa in un centrocampo a cinque. Anche perché il rilancio a Ferrara di Viviani – almeno in questo campionato – non sembra affatto essere uno scenario plausibile.
Che Schiattarella possa passare al Frosinone l’ha ammesso anche il responsabile dell’area tecnica del club ciociaro, Ernesto Salvini, in un’intervista a Sky Sport 24. Il dirigente ha aggiunto anche Paloschi nella personale lista della spesa: “Confermo le trattative con Schiattarella, Falcinelli e Paloschi, sono tre giocatori che ci interessano. Ci sarà una cessione in attacco e abbiamo bisogno di un calciatore in grado di fare la differenza. Faremo tre acquisti, non di più. Uno è Valzania, per il suo arrivo manca solo l’ufficialità. Prenderemo un altro centrocampista e un attaccante“.
Nel caso dell’attaccante ex Chievo la situazione sembra essere un pochino più ingarbugliata a causa delle condizioni contrattuali decisamente più onerose, ma la SPAL anche in questo caso sarebbe disposta ad ascoltare la proposta per  poi rivolgere attenzioni e risorse a profili più in linea con le richieste di mister Semplici. I nomi d’attualità restano sempre gli stessi: Stepinski del Chievo, Lapadula del Genoa e Kownacki della Sampdoria.