Lo volevano in tanti, alla fine se l’è aggiudicato il Cittadella. Gabriele Moncini (1996) almeno per i prossimi cinque mesi sarà alle dipendenze di Roberto Venturato, assieme ad altri ex biancazzurri come Finotto (attualmente in prestito) e Ghiringhelli. Il club granata ha battuto la concorrenza di Carpi e Livorno, consegnando la propria maglia numero 9 all’ex attaccante del Cesena. La formula del trasferimento non è stata del tutto specificata da nessuno dei due club al momento degli annunci ufficiali. Il comunicato della SPAL parla infatti di un generico “trasferimento delle prestazioni sportive al Cittadella“, mentre dall’altra parte si dà conto “dell’acquisizione delle prestazioni sportive” del giocatore. Giri di parole piuttosto vaghi che spiegano pochino sulla situazione.

In attesa che i dubbi vengano dipanati dalla Lega di serie B attraverso il proprio sito alla sezione trasferimenti, viene spontaneo pensare che il mancato utilizzo della parola “prestito” da parte di entrambe le società non sia casuale. E’ quindi verosimile che la SPAL abbia a tutti gli effetti venduto Moncini al Cittadella per una cifra non meglio precisata, riservandosi un diritto di riacquisto al termine di questa stagione sportiva. Mossa che peraltro sarebbe coerente con la necessità di raggranellare risorse da reinvestire immediatamente sul mercato di gennaio.

Moncini era arrivato alla SPAL a fine luglio 2018 proprio dopo il fallimento del Cesena. A Ferrara però non è riuscito a trovare spazio nel reparto d’attacco di mister Semplici, raccogliendo appena 19 minuti di gioco: 7 in campionato (finale di SPAL-Inter) e 12 in Coppa Italia (contro la Sampdoria). A Cittadella avrà il compito di sostituire Luca Strizzolo (15 presenze, 4 gol), passato a titolo definitivo alla Cremonese. Nella scorsa stagione di serie B Moncini segnò 8 gol in 27 partite con la maglia del Cesena.



Leaderboard Derby 2019