La SPAL torna al Paolo Mazza con l’intento di muovere ulteriormente una classifica ulteriormente scossa dall’inattesa vittoria del Cagliari sull’Inter. Il tema ricorrente per i biancazzurri è quello della vittoria casalinga che manca dal 16 settembre (SPAL-Atalanta 2-0), ma contro la Sampdoria non sarà affatto facile, per quanto la squadra di Giampaolo stia vivendo un momento non del tutto entusiasmante (3 punti nelle ultime 4 partite). Per fare il punto della situazione sullo stato di forma dei blucerchiati abbiamo interpellato il collega Alessio Eremita, vicedirettore di Sampnews.24.com.

IL MOMENTO DEI BLUCERCHIATI – “La Sampdoria è tornata a respirare dopo tre sconfitte consecutive. Qualche scoria di insofferenza fisica e mentale resta, ma la vittoria contro il Cagliari rilancia la squadra verso l’Europa League”.

GLI OBIETTIVI – “La competizione con società del calibro di Lazio, Atalanta, Fiorentina e Torino è elevata, è complicato fare previsioni, ma sicuramente se la giocherà fino in fondo per rispettare quantomeno l’impegno preso a inizio stagione”.

SITUAZIONE SOCIETARIA – “La Sampdoria è in vendita e Ferrero ha trovato un acquirente solido, Jamie Dinan, proprietario del fondo statunitense York Capital Management. Il presidente blucerchiato chiede 140 milioni di euro, mentre l’imprenditore non va oltre i 100. La distanza è evidente e Ferrero non mollerà la presa, ma la trattativa prosegue nonostante i rallentamenti delle ultime ore. Il tempo però scorre e Gianluca Vialli, garante è possibile futuro patron doriano, sta per accettare la proposta di capo delegazione della nazionale italiana”.

LA PARTITA – “Mi aspetto una gara aperta, senza esclusione di colpi. La SPAL ha bisogno di punti salvezza e in casa può riscoprire un fattore vantaggiosa. Ma la Sampdoria è migliorata in trasferta rispetto alla passata stagione. La SPAL non dovrà preoccuparsi dei propri tatticismi, quanto di rovinare il gioco della Sampdoria che rallenterà i ritmi e farà del possesso palla la sua arma migliore. Dipenderà molto dall’aggressività dei padroni di casa”.

PROBABILE FORMAZIONE – “Non dovrebbero esserci novità, quindi penso proprio che Giampaolo opti per il consueto modulo con il trequartista: 4-3-1-2. In porta Audero; dietro, vista l’assenza di Murru, il ruolo terzino sinistro di sarà ricoperto da Sala, a destra Bereszyński, Colley e Andersen i due centrali; in mezzo al campo Praet, Vieira e Linetty, con Saponara che agirà dietro le due punte; davanti Quagliarella e Gabbiadini, pronto per partire dall’inizio”.

SPAL SENZA LAZZARI – “L’assenza di Manuel Lazzari reca sollievo alla Sampdoria, ma la SPAL è molto altro. Il gioco sulle fasce può danneggiare i blucerchiati, considerando la probabile indisponibilità di Nicola Murru sulla sinistra. Facendo densità a centrocampo e bloccando la manovra che Dennis Praet e Ronaldo Vieira tenteranno di avviare, la SPAL potrà trarre un grosso vantaggio”.



Leaderboard Derby 2019