Si complica il cammino per i ragazzi di Cottafava alla Viareggio Cup. Dopo l’esordio casalingo da tre punti, i giovani biancazzurri sono stati sconfitti con un secco 2-0 dalla Rappresentativa Serie D, ovvero la selezione dei migliori under militanti tra i dilettanti. Decisive due occasioni nel primo tempo, capitalizzate con due reti, ed un’ottima gestione del vantaggio nel secondo, soprattutto nel finale di partita, quando gli estensi si sono buttati in avanti con più coraggio tentando di riaprire i giochi.

Cottafava, complice la vicinanza tra gli impegni, si vede costretto a cambiare diversi uomini rispetto agli undici del Mazza: in panchina vanno Martina, Cuellar, Chakir, Nikolic e Tunjov. Spazio dal primo minuto invece a Babbi, Ielo e Rizzo Pinna, più avanzato rispetto al solito. Il primo tempo è equilibrato, con la Rappresentativa molto dura nel temperamento e cinica nel concretizzare le occasioni create. Dopo due conclusioni pericolose di Gibilterra e Rizzo Pinna, al 12′ arriva il gol del vantaggio dei dilettanti, con Morello che si accentra da sinistra per battere Fallani con un destro dal limite dell’area. La SPAL prova a farsi vedere in avanti, soprattutto con Babbi, ma senza riuscire a impensierire l’estremo difensore avversario. Ed alla mezz’ora la squadra di De Patre raddoppia. Protagonista dell’azione è Sall, già in gol contro la Cina, che al termine di una galoppata sulla fascia destra serve a rimorchio Trevisan che, inserendosi di gran mestiere, fulmina nuovamente Fallani con una conclusione di prima, anche questa dal limite dell’area.

I secondi quarantacinque minuti si accendono subito con Sall che recrimina un rigore per un contatto in area spallina con Fallani. L’arbitro, che in un primo momento aveva indicato il dischetto, torna sui suoi passi convinto dal guardalinee a cambiare idea. Cottafava inserisce Spina e Cuellar (e poco dopo Chakir) per infoltire l’attacco, ma la partita va avanti con la Rappresentativa che controlla il gioco senza creare occasioni ma senza nemmeno concederne agli avversari. Ci provano Tunjov direttamente su punizione e Minaj con un colpo di testa, ma nulla da fare. Finisce 2-0 una partita fisica e davvero avara di emozioni. Ora, dal momento che solo alle prime classificate spetta la certezza degli ottavi (a cui si aggiungono le sei migliori seconde classificate), alla SPAL potrebbe anche non bastare una vittoria contro la Cina sabato per qualificarsi, anche se le possibilità di approdare alla fase successiva in caso di vittoria sarebbero alte.

La classifica del girone vede la Rappresentativa Serie D al comando con 4 punti, quindi SPAL a 3, Under 19 cinese a 2 e Salernitana a 1.

Nel post-partita il direttore sportivo Grammatica commenta così la giornata storta dei suoi ragazzi: Abbiamo incontrato una squadra forte fisicamente ed anche esperta, composta da giocatori abituati a giocare regolarmente con i grandi. Sotto l’aspetto della fisicità dobbiamo sicuramente fare un salto di qualità, lo avevamo già visto a Venezia. Un campo piccolo con pochi spazi poi, così come il terreno insidioso, non ci hanno aiutato sviluppare quello che è il nostro gioco. La partita di oggi è stata comunque equilibrata, forse il risultato non è del tutto veritiero. Noi abbiamo sicuramente giocato una gara sotto tono però i nostri avversari hanno fatto due gol con due tiri in porta.  Il gol in avvio ha messo subito partita sui binari storti mentre noi non siamo riusciti a concretizzare le occasioni create. Ora però testa alla Cina, decisiva per andare avanti”.

Rappresentativa Serie D – SPAL 2-0 (p.t. 2-0)

Rappresentativa Serie D (4-2-3-1): Loliva; Shiba, Marzupio, Camarà, Giosù (dal 20’ s.t. Koni); Petricci (dal 12’ s.t. Langone), Trevisani; Kouadio (dal 43’ s.t. Ampollini), Sannipoli (dal 20’ s.t. Ferrante), Morello (dal 43’ s.t. La Penna); Sall. A disp: Sprecancè, Ingrosso, Messori, Sidibe, Esposito, Burigana, Kallon. All. De Patre.

SPAL (3-4-2-1): Fallani; Pessot, Salvi, Milani; Ielo (dal 1’ s.t. Spina), Sare (dal 22’ s.t. Chakir), Samotti (dal 17’ s.t. Nikolic), Farcas (dal 17′ s.t. Martina); Rizzo Pinna (dal 13’ s.t. Minaj), Gibilterra (dal 1’ s.t. Cuellar); Babbi (dal 17’ s.t. Tunjov). A disp: Seri, Campi, Cannistrà, Valesani, Zamuner, Alessio, Biolcati. All. Cottafava.

Arbitro: Sig. Scatena di Avezzano (ass.ti Voytuk e Biancucci)..
Marcatori: 12’ p.t. Morello (R), 28’ p.t. Trevisan (R).
Ammoniti: Petricci (R), Trevisan (R), Giusù (R), Milani (S).
Recuperi: 2’ p.t., 5’ s.t.



Leaderboard Derby 2019
Leaderboard Ciicai