A fornire il punto di vista della squadra sugli eventi di SPAL-Roma hanno provveduto Pasquale Schiattarella e Mirco Antenucci, due dei punti dello spogliatoio biancazzurro.

PASQUALE SCHIATTARELLA
“C’è una gran voglia di fare bene e raggiungere tutti insieme un risultato importante. Abbiamo dato una dimostrazione importante di compattezza e unione. Ci siamo liberati a livello di testa, perché i tre punti e la vittoria portano inevitabilmente serenità. Andiamo avanti con grande entusiasmo: sappiamo che è difficile, ma sentiamo l’affetto dei nostri tifosi che ci spingono in ogni secondo a fare bene. Questi tre punti erano fondamentali e siamo riusciti a giocare una delle migliori partite in stagione. Ci dimentichiamo troppo spesso che facciamo un campionato molto complicato. Siamo una squadra che si deve salvare e ogni giornata incontriamo dei campioni di altissimo livello. Noi ci alleniamo e mettiamo tantissimo impegno, questo obiettivamente non è mai mancato. Abbiamo sempre avuto questa attitudine e purtroppo in alcune situazioni non siamo stati fortunati per ottenere quel qualcosa che ci avrebbe fatto comodo. Sono contento che siamo riusciti a regalare una bella serata ai nostri tifosi e dobbiamo continuare così senza mai fermarci. L’unico modo per salvarsi è questo. Siamo un gruppo unito e pulito. Ci tengo a ribadirlo ancora, perché purtroppo quando i risultati non arrivano iniziano a diffondersi anche delle voci strane, che non rispecchiano la realtà. Questa è una squadra fantastica. Chiedo spesso alla gente di venire con più frequenza agli allenamenti perché anche lì si può vedere quanto stiamo bene insieme e quanto conta il bellissimo spirito che s’è creato tra di noi. Stiamo più insieme tra di noi che con le nostre famiglie (ride, ndr). Il boato liberatorio del pubblico a fine gara? indipendentemente dal risultato ci teniamo a rendere sempre omaggio al pubblico andando sotto la Ovest: sono fondamentali per noi e non smetteremo mai di ringraziarli. Ora godiamoci tre giorni di pausa e recuperiamo le energie. Alla ripresa si penserà al Frosinone. Il bello arriva adesso“.

MIRCO ANTENUCCI
Avevamo tanta voglia di giocare tutti quanti, voglia di metterci a disposizione e fare una partita come questa. non saprei se siamo stati tutti da sette in pagella, ma abbiamo sicuramente fatto una partita dal SPAL, esattamente quella che dovevamo fare per battere la Roma: cattivi, aggressivi, attenti in fase difensiva e bravi a ripartire. Una partita veramente importante, una vittoria meritata. Dopo le ultime sconfitte con Inter e Sampdoria potevano starci delle critiche, ma la serie A non è così facile e contro l’Inter una sconfitta ci poteva stare. A volte certe cose sembrano scontate, ma se sbagli qualcosina vieni punito: dovresti essere sempre perfetto, ma ci sono partite dove non ci riesci. Era importante fare una vittoria nel nostro stadio, perché ci mancava tantissimo. Non mi so spiegare il perché, ma quest’anno in casa abbiamo fatto un po’ più fatica. Se continuiamo a giocare come abbiamo fatto oggi possiamo toglierci qualche altra soddisfazione. Non so se questa può essere stata la partita della svolta, può essere un titolo di giornale, ma per noi è il punto dal quale ripartire, da cui prendere consapevolezza e da cui non dobbiamo tornare indietro, specie in casa di fronte al nostro pubblico. Abbiamo passato un periodo difficile, che poteva averci tolto un po’ di autostima: quando non arrivano i risultati è normale lavorare meno serenamente, poi l’importante è tornare e crederci e oggi per fortuna abbiamo vinto. Adesso ci aspetta la sosta, poi un’altra partita importante“.



Leaderboard Derby 2019