POMPEA MANTOVA – KLEB BASKET FERRARA 71-68

Pompea Mantova: Vencato 14, Veideman 18, Morse 9, Raspino 11, Ghersetti 4. Maspero 3, Albertini ne, Visconti 10, Metreveli, Poggi 2, Guerra ne, Tosi ne. All.: Finelli.

Kleb Basket Ferrara: Panni 14, Campbell 17, Buffo 2, Molinaro 6, Fantoni 16. Calò 3, Mazzotti ne, Mazzoleni, Ganeto 8, Swann ne, Conti ne, Liberati 2. All.: Leka

parziali: 15-14, 37-28, 48-45

Seconda sconfitta consecutiva per il Kleb Basket, che cede di tre lunghezze (71-68) sul campo di Mantova, ma resta comunque a quattro punti di distanza dalla zona play out. Prestazione. Partita a dir poco complicata per la squadra di coach Leka, che si presenta ai blocchi di partenza senza Swann, ma la partenza è di marca estense, che dopo un primo quarto punto a punto, trova da Calò la tripla del 25-28 che sembra poter dare la scossa decisiva al match. Ma qua la Bondi si perde, mentre i padroni di casa trovano un parziale di 12-0 che li porta nettamente in vantaggio all’intervallo di metà gara (37-28). Nella ripresa la musica cambia radicalmente: Campbell è in partita, così come Panni e Ganeto, e sul -3 sono gli ultimi 10′ a decidere chi si porterà a casa l’intera posta in palio. La partita va avanti punto a punto, ma negli ultimi 120” i lombardi fanno valere il fattore campo con la tripla di Veideman che spiana alla Pompea la volata conclusiva, chiusa con precisione dalla lunetta rendendo vani i cinque punti finali di marca ferrarese.

Così coach Leka nel post partita: “Peccato, ma sapevamo che sarebbe stata una lotta. Ci siamo adeguati tardi al metro arbitrale. Non siamo stati freddi ai liberi e nelle gare punto a punto spesso sono i dettagli ad essere decisivi. Anche le tante palle perse ci hanno condannati. Siamo comunque stati bravi a non mollare mai la presa fino alla fine e per ora siamo comunque davanti in classifica, e per come eravamo partiti è una buona base. Ci sarà da lottare e dovremo dare tutto per questa maglia. Swann? Abbiamo preferito preservarlo per averlo poi a disposizione nelle cinque partite che mancano”.



Leaderboard Derby 2019