La strada delle qualificazioni a Euro 2020 per la nazionale italiana ha presentato la Finlandia come primo avversario. Nelle file della squadra scandinava non si è potuto fare a meno di notare la presenza da titolare di Sauli Vaisanen, difensore ancora in orbita SPAL attualmente in prestito al Crotone in serie B.

Per il 24enne di Helsinki si è trattato del quattordicesimo gettone nella nazionale maggiore, a cui vanno aggiunte altrettante presenze nella selezione Under 21. Per Vaisanen non si è trattato di una partita semplice: schierato sul centro-sinistra nella difesa a cinque di Markku Kanerva, si è dovuto occupare della marcatura di Bernardeschi nel primo tempo, riuscendo a limitarne le giocate in più di una occasione (anche con le cattive) e concedendosi persino alcune sortite oltre la metà campo nella insolita posizione da esterno sinistro. Nel corso della ripresa, invece, ha dovuto più spesso subire le giocate di Kean, Immobile e Quagliarella, con non poche difficoltà che alla fine hanno inciso piuttosto nettamente sul giudizio da parte degli addetti ai lavori.

Tutto sommato clemente la Gazzetta dello Sport, che assegna un 5,5 forzando un po’ le premesse: “Conoscere Bernardeschi per via della sua esperienza in Italia (Crotone) a volte non basta: sul nostro fantasista rischia anche il rigore e soffre. Alzare due-tre muri non male e salire ad aiutare in impostazione quando può, non gli vale l’assoluzione“.
Di diverso avviso l’inviato del Corriere dello Sport-Stadio, che assegna proprio al difensore spallino il poco invidiabile titolo di peggiore in campo (voto 4): “Sua la sfortunata deviazione sull’1-0, ma la sua prova è disastrosa: commette due falli da rigore che Grinfeld non vede e sbanda vistosamente“.
Si colloca a metà strada il giudizio di Tuttosport: “Ha la sfortuna di deviare il tiro di Barella. Graziato per il rigore su Bernardeschi“.

Vaisanen non sta vivendo una stagione memorabile al Crotone, pur avendo trovato una discreta continuità di impiego. Finora ha collezionato 18 presenze, tutte da titolare, rimediando cinque ammonizioni. Oltre ad una assenza legata al turno di squalifica, il difensore è entrato stabilmente tra i titolari solamente da ottobre, anche se nelle ultime cinque partite è stato utilizzato solamente in due occasioni. La squadra calabrese sta lottando per evitare una retrocessione in serie C che avrebbe del clamoroso, visto che meno di un anno fa era in piena corsa per rimanere nel massimo campionato. A otto giornate dal termine della stagione, il Crotone è attualmente quart’ultimo (16° posto) a quota 27 punti e rischia seriamente la discesa in terza serie, per quanto il primo piazzamento-salvezza utile disti appena tre punti e sia occupato dal Livorno.

Vaisanen ha un contratto con la SPAL fino a giugno 2020, per cui al termine di questa stagione rientrerà alla base per essere (verosimilmente) valutato in vista di quella successiva.



Leaderboard Derby 2019