Sono in tanti ad essere lasciati sul posto da Manuel Lazzari, non solo gli avversari di turno. Ci sono anche dei punti fermi della storia biancazzurra tra quelli che si sono visti sorpassare dal numero 29, almeno nella classifica dei più presenti con la maglia della SPAL. Nell’ultimo anno e mezzo Lazzari ha scalato posizioni sulla lista dei fedelissimi di sempre, scavalcando – tra gli altri – leggende come Manfrin (159), Donati (181) e Gibellini (182).

Curiosamente, Manuel è ad appena dieci passi da… quota 200. Ad oggi sono infatti 190 le sue apparizioni in campionato (tra C2, C1, B e A) e sul calendario rimangono appunto dieci partite da giocare. Al netto di possibili assenze (sulla sua testa pende una diffida dal giorno di Parma-SPAL) Lazzari potrebbe chiudere questa stagione con l’ingresso nell’esclusivo club dei bicentenari spallini. Un gruppo di appena sette persone: Aulo Gelio Lucchi (210 presenze tra il 1951 e il 1959), Gianfranco Bozzao (228 tra il 1958 e il 1968), Giuseppe Brescia (229 tra il 1988 e il 1996), Franco Pezzato (241 tra il 1964 e il 1984), Oscar Massei (244 tra il 1959 e il 1968), Andrea Pierobon (263 tra il 1997 e il 2005) e Giulio Boldrini (286 tra il 1967 e il 1977).

A prescindere che l’aggancio a questi recordman diventi tale, a maggio arriverà il momento di un congedo da lacrime agli occhi. Non sembra un caso che il nome di Lazzari continui a creare fermento tra gli addetti ai lavori. Lo dimostra la citazione in contemporanea sulle edizioni del 25 marzo di Gazzetta dello Sport e di Tuttosport. Sulla prima Lazzari viene indicato esplicitamente come un obiettivo per il mercato estivo del Napoli, mentre il quotidiano torinese scommette su un assalto da parte del Torino, fissando anche il valore di una possibile offerta alla SPAL.

Scrive Camillo Forte: “Con almeno 18-20 milioni in cassa, i granata potrebbero dare l’assalto a Lazzari con più convinzione e strumenti economici migliori. Per il momento tante voci, ma nessuna certezza. Si sa (per certo) che il giocatore piace molto anche al ds del Napoli Giuntoli (e ci sarebbe un interessamento anche da parte dell’Inter). La concorrenza è agguerrita, anche se in granata il giocatore sarebbe al centro di un progetto importante e avrebbe la (quasi) certezza di partire titolare, mentre con Ancelotti la corsa al posto sarebbe molto agguerrita“.



Leaderboard Derby 2019