Dopo un primo tempo di blackout la SPAL accende la luce e prova ad agguantare il pareggio, ma le reti di Petagna e Valoti non sono sufficienti ed i biancazzurri tornano a mani vuote dalla Dacia Arena. Al 94’ ad esultare è l’Udinese, che dopo aver sofferto festeggia una vittoria che rappresenta un passo in avanti verso il prossimo campionato di Serie A: se domani l’Empoli non dovesse battere il Torino sarà salvezza aritmetica per i friulani.

Il primo tempo è tutto a tinte bianconere e le reti di Samir ed Okaka, serviti entrambi da un ispiratissimo De Paul, sembrano aver già chiuso la partita all’intervallo. Ma la SPAL non ci sta e rientra dagli spogliatoi con un antro spirito: prima accorcia le distanze con Petagna, che si rende protagonista con una splendida azione personale, e poi con Valoti, sfiorando il pari con Kurtic nell’ultimo quarto d’ora. Ma la sveglia arriva troppo tardi ed al il triplice fischio il risultato dice “Udinese”.

I° TEMPO
6’: I padroni di casa passano subito in vantaggio! Da calcio di punizione De Paul serve un gran pallone a Samir, che colpisce di testa e batte Gomis. Gol confermato anche dal VAR.
23’: Floccari controlla male un cross di Lazzari e serve involontariamente Petagna, che però calcia a lato col sinistro.
31’: Raddoppio bianconero: da calcio d’angolo De Paul crossa al bacio per Okaka, che indisturbato stacca di testa ed infila il pallone sotto la traversa.
35’: Terzo gol dell’Udinese! De Paul crossa dalla bandierina, Okaka infila di testa il pallone in rete. Complice una marcatura imprecisa degli spallini. Una fotocopia del precedente.
42’: Lazzari supera De Paul con un numero d’alta scuola e cerca l’eurogol dalla distanza: la palla finisce a lato.

II° TEMPO
8’: La SPAL accorcia le distanze con Petagna! La punta biancazzurra supera prima Mandragora, poi Ekong e infila Musso col destro.
14’: I biancazzurri riaprono la partita: Kurtic piazza un cross chirurgico sulla testa di Valoti, che stacca col tempo giusto e gonfia la rete.
29’: Kurtic raccoglie il pallone dopo un rimpallo nell’area friulana e prova la conclusione, ma è sfortunato: il tiro sfiora il palo e si spegne sul fondo.
44’: Antenucci prova il destro dal limite dell’area, senza centrare lo specchio.

UDINESE-SPAL 3-2 (p.t 3-0)

UDINESE (3-5-2): Musso; De Maio, Troost-Ekong, Samir; Stryger Larsen, Mandragora, Sandro (dal 16’ p.t. D’Alessandro), De Paul, Zeeglaar; Okaka (dal 45’ s.t. Teodorczyk), Lasagna (dal 16’ s.t. Pussetto). A disp.: Nicolas, Perisan, Nuytinck, Wilmots, Ter Avest, Badu, Hallfredsson, Micin. All.: Igor Tudor.
SPAL (3-5-2):Gomis; Cionek, Vicari (dal 25’ s.t. Jankovic), Bonifazi; Lazzari, Valoti (dal 32’ s.t. Paloschi), Murgia, Kurtic, Fares; Floccari (dal 18’ s.t. Antenucci), Petagna. A disp.: Viviano, Fulignati, Poluzzi, Simic, Regini, Valdifiori, Dickmann, Schiattarella, Costa. All.: Leonardo Semplici.

ARBITRO:sig. Fabbri di Ravenna; assistenti: Peretti e Liberti; IV uomo: Ghersini; VAR: Calvarese, A. VAR: Mondin.
RETI: Samir (U) al 6’ p.t.. Okaka (U) al 31’ ed al 35’ p.t., Petagna (S) all’8’ s.t., Valoti (S) al 14’ s.t.
AMMONIZIONI: Vicari (S), Zeeglaar (U), Fares (S), Samir (U), Mandragora (U), Kurtic (S), De Paul (U).
NOTE: lievi precipitazioni, campo in buone condizioni. Angoli: 8-5. Recupero: 3’ p.t., 4’ s.t

 

foto: Isabella Gandolfi / ufficio stampa SPAL



Leaderboard Derby 2019