Termina con una sconfitta il campionato della SPAL, che gioca un match spettacolare deciso da un rigore (dubbio) di Kessie: i rossoneri passano in vantaggio nella prima mezz’ora grazie alle reti di Calhanoglu e dello stesso Kessie, ma la SPAL non ci sta e torna in partita coi gol di Vicari, nel primo tempo, e di Fares nella ripresa (entrambi di testa). Poi basta una lieve spinta di Cionek a Piatek per convincere Valeri a concedere il penalty, realizzato senza problemi dal centrocampista ivoriano. Una sconfitta indolore per i biancazzurri, che regalano una partita davvero spettacolare al loro meraviglioso pubblico pur non riuscendo a pareggiare. Al fischio finale della 38^ giornata di Serie A il verdetto è questo: si salvano Genoa e Fiorentina e retrocede l’Empoli, mentre nelle zone alte si qualificano per la Champions Inter ed Atalanta. Vittoria amara per il Diavolo, che si deve accontentare dell’Europa League. La SPAL chiude la sua stagione al tredicesimo posto.

 I° TEMPO

5’: Piatek centra la porta dalla destra, Viviano si rifugia in angolo con una gran parata.
11: Borini ci prova dalla trequarti di destra ma trova ancora Viviano, che respinge a lato coi pugni.
18’: Vantaggio del Milan! Calhanoglu, smarcato da Kessie al centro dell’area spallina, fulmina Viviano con un tiro rasoterra.
23’: Raddoppio del Diavolo. Kessie raccoglie  un pallone vagante in area e gonfia la rete col destro.
28’: La SPAL accorcia le distanze! Murgia crossa da calcio di punizione e nella mischia trova Vicar, che di testa piazza la sfera nel sette.
33’: Piatek prova una rovesciata da posizione defilata, nessun problema per Viviano.

II° TEMPO

5’: Occasione clamorosa per la SPAL! Fares completamente libero davanti a Reina devia di testa  cross di Petagna sui guanti di Reina.
8’:Pareggio della SPAL! Cionek crossa per Fares che stavolta centra lo specchio e ristabilisce l’equilibrio.
14’: Bakayoko serve Calhanoglu al limite dell’area, il turco calcia forte sopra la traversa.
21’: Torna in vantaggio il Milan. Cionek tocca Piatek in area e l’arbitro concede il rigore: Kessie spiazza Viviano dagli undici metri.
25’: Petagna mette a sedere Romagnoli e calcia col sinistro, il tiro finisce poco sopra la traversa.
35’: Suso prende la mira e calcia in porta, Viviano respinge e tiene in partita la SPAL.
44’: sfiora il pareggio la SPAL: Jankovic batte l’angolo e trova la testa di Floccari, che colpisce il palo.

SPAL-MILAN 2-3 (p.t. 1-2)

SPAL (3-5-2):Viviano; Cionek (dal 32’ s.t. Floccari), Vicari, Bonifazi; Lazzari, Valoti (dal 27’ s.t. Jankovic), Murgia (dal 46′ s.t. Simic), Kurtic, Fares; Antenucci, Petagna. A disp.: Gomis, Fulignati, Poluzzi, Missiroli, Valdifiori, Dickmann, Felipe, Costa, Spina. All.: Leonardo Semplici.
MILAN (4-3-3): G. Donnarumma (dal 21’ p.t. Reina); Abate (dal 17’ s.t. Cutrone), Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Bakayoko, Calhanoglu; Suso, Borini (dal 34’ s.t. Conti), Piatek. A disp.: A. Donnarumma, Mauri, Castillejo, Zapata, Biglia, Laxalt. All.: Gennaro Gattuso.

 ARBITRO:sig. Valeri di Roma; assistenti: Carboni e Alassio; IV uomo: Dionisi; VAR: Mariani, A. VAR: Mondin.
RETI: Calhanoglu (M) al 18’ p.t., Kessie (M) al 23’ p.t. ed 21’ s.t. (rig.), Vicari (S) al 28’ p.t., Fares (S) all’8’ s.t.
AMMONIZIONI: Abate (M), Bonifazi (S), Cionek (S), Bakayoko (M).
NOTE: cielo coperto, campo in buone condizioni. Angoli: 8-3. Recupero: 4’ p.t., 4’ s.t.

 



Leaderboard Derby 2019