Come prefigurato sia da Semplici sia da Vagnati, Salvatore Esposito (2000) proseguirà la propria maturazione in serie B prima di tornare alla SPAL. Giovedì è arrivata l’ufficialità del suo passaggio in prestito al Chievo Verona, con opzione di riscatto da parte dei gialloblù e controriscatto da parte biancazzurra.

Nella scorsa stagione Esposito ha prima giocato (da capitano) nella Primavera allenata da Marcello Cottafava e poi ha trascorso cinque mesi in prestito al Ravenna, in serie C, segnando anche un paio di gol pesanti su calcio di punizione. Nello scorso giugno ha fatto parte della rosa della Nazionale Under 20 impegnata nel mondiale in Polonia, giocando sei partite da titolare sulle sette complessive.

Il centrocampista di scuola Inter potrebbe trovare lo spazio che gli serve in un Chievo in profonda ricostruzione. L’area tecnica è stata affidata a Sergio Pellissier, mentre in panchina siederà il 43enne Michele Marcolini. Il club del presidente Campedelli ha già sfoltito parecchio la rosa (Depaoli alla Sampdoria; Jaroszynski al Genoa; Bani al Bologna; Barba al Valladolid) e conta di affrontare il campionato cadetto con una rosa ricca di elementi giovani.

 

foto: ufficio stampa Chievo Verona



Leaderboard Derby 2019