La singola riga di comunicato con la quale la SPAL ha annunciato ufficialmente la risoluzione del contratto di Pasquale Schiattarella (1987) lascia intendere come la storia non si sia chiusa proprio nel migliore dei modi. La consueta formula di ringraziamento e di auguri per il futuro è stata messa da parte a causa della diversità di vedute tra il club e il giocatore. La risoluzione permetterà a Schiattarella di accasarsi dove vuole (molto probabilmente al Benevento, in serie B) e preclude alla SPAL un qualunque guadagno dalla cessione del giocatore. L’accordo aveva scadenza giugno 2020.

Il centrocampista di Mugnano di Napoli potrebbe tornare a giocare in Campania dopo oltre quindici anni. Lasciò infatti il settore giovanile del Benevento nel 2003, giovanissimo, per approdare al Torino e quindi iniziare un giro d’Italia che lo ha visto protagonista a diverse latitudini, quasi sempre in serie B. Schiattarella, giunto alla SPAL dal Latina a metà agosto 2016, si ferma invece a 98 presenze e 4 gol, almeno per quanto concerne le statistiche. Mezz’ala d’assalto nel campionato cadetto, da febbraio 2017 è stato convertito da Semplici a centrocampista centrale davanti alla difesa, contribuendo in maniera decisiva alla salvezza della stagione 2017-2018.

Nella scorsa stagione il suo ruolo è stato ridimensionato a causa dello spostamento di Missiroli nel cuore del centrocampo. Le lusinghe del Frosinone nella sessione di mercato di gennaio 2019 hanno fatto il resto, riducendo le apparizioni da titolare nel girone di ritorno.



Leaderboard Derby 2019