Finisce con altre due vittorie e otto gol la permanenza a Valles (BZ) della SPAL guidata da mister Leonardo Semplici, che anche oggi raccoglie i frutti della preparazione e tira le somme del ritiro estivo. La rosa non è completa e manca ancora qualche tassello per iniziare il campionato a pieno organico, ma nell’aria c’è ottimismo e grande determinazione, come emerge dalle parole del tecnico biancazzurro nel post partita.

Mister abbiamo visto due formazioni diverse con una cosa in comune: l’aggressività. E’ contento del risultato?
“In questi giorni abbiamo lavorato tanto ed il bilancio di oggi è positivo. I ragazzi hanno giocato bene e stiamo continuando a lavorare al meglio, perché loro ci mettono impegno e determinazione. Si è visto un lieve calo sul piano del gioco, ma è dovuto alla stanchezza di questi giorni. Stiamo cercando di cambiare qualcosa a livello tattico per migliorare, sempre rispettando le caratteristiche dei calciatori, perché anche quest’anno vorrei giocare in più modi. Mi piacerebbe aumentare l’aggressività, ma bisogna farlo uniti o si rischia di prendere delle imbarcate: solo con l’allenamento e tante esercitazioni si può dare seguito a certe idee di gioco”.

Quali sono i ragazzi che ha visto meglio nei due test di oggi?
“Strefezza ha fatto una buona gara: deve crescere per imparare a fare la fase difensiva, mentre in fase offensiva è intraprendente. Nella seconda partita mi è piaciuto molto Valdifiori, però direi che sono tutti sufficienti, anche se bisogna crescere. Oggi si è vista la stanchezza della preparazione, dei doppi allenamenti, di un lavoro fatto per essere pronti all’inizio del campionato. Questa è la settimana in cui i ragazzi accuseranno di più i carichi e con l’avvicinamento alle gare che contano dovremo essere più brillanti”.

Jankovic  si sta adattando a fare la mezz’ala o la seconda punta, oppure è da considerare come un elemento da schierare esclusivamente sulla trequarti? E Moncini, come lo valuta in questo momento?
“Per come giochiamo ora, Jankovic è più una seconda punta, anche se oggi l’ho messo mezz’ala: a partita in corso ci può essere l’esigenza di mettere un calciatore più offensivo. Moncini ha fatto un grande girone di ritorno col Cittadella in Serie B e deve crescere come tutti: lo stiamo valutando prima di prendere qualsiasi decisione. Però avere uno in rosa che segna con la sua facilità può sempre far comodo”.

Anche oggi abbiamo visto un Floccari straordinario per impegno e qualità delle giocate.
“Sergio è un giocatore di grande esperienza che ha giocato in grandi squadre e purtroppo l’abbiamo preso a fine carriera. Sarebbe stato bello averlo con dieci anni in meno. È un ragazzo serio e abbiamo deciso di puntare su di lui non solo come giocatore ma come uomo. E’ una persona intelligente che ci dà una grossa mano sia dentro che fuori lo spogliatoio, così come Felipe. Abbiamo deciso di continuare insieme perché nei momenti difficili riesce a fare la differenza”.

Mentre i ragazzi giocavano, è uscita l’ufficialità degli orari delle prime due partite contro l’Atalanta ed il Bologna. E’ contento di non incontrare Ilicic all’esordio al Mazza?
“E’ squalificato? Porca miseria, non lo sapevo (ride, ndr)! A parte questo, sarà un inizio di campionato difficile perché l’Atalanta è in forma e dovremo farci trovare pronti per essere competitivi ed affrontare una stagione tanto bella quanto complicata: abbiamo tutte le carte in regola per fare bene ed anche quest’anno dobbiamo cercare di mettere in campo le proprietà dei nostri calciatori”.

Parliamo un po’ di mercato: tra i tanti nomi, si vocifera che stiate trattando Leris del Chievo. 
“Leris è un buon giocatore, così come tutti i profili accostati alla SPAL, poi vedremo quelli che riusciremo a prendere. Come ho detto, la speranza è quella di riuscire a completare la rosa al più presto. Dovremo prendere dei calciatori e Davide sta lavorando per questo, ascolta le mie richieste e completerà la squadra secondo il nostro budget ed il nostro obbiettivo”.

Domenica ci sarà un amichevole contro l’Hellas Verona: quanto sarà importante fare bella figura?
“Per noi e per i nostri tifosi sarà un bel test. Le due amichevoli di oggi sono servite per dare 90′ a tutti e qualcuno ha fatto anche gli straordinari, quella di domenica vedrà davanti a noi una squadra di Serie A di grande spessore. Tuttavia, il risultato, qualunque esso sia, non cambierà l’idea del prosieguo: sarà un test importante in cui affronteremo una delle squadre con cui competeremo per il nostro obbiettivo”.



Leaderboard Derby 2019