Alla vigilia della prima di campionato la SPAL ha ufficializzato l’arrivo in biancazzurro di Nenad Tomovic, difensore serbo proveniente dal Chievo Verona. In cambio il club veneto ha ricevuto Sauli Vaisanen (1994), che si separa così definitivamente dalla SPAL a due anni dal suo arrivo. Tomovic arriva in prestito con obbligo di riscatto e con tutta probabilità verrà ufficialmente presentato nel corso della prossima settimana.

Tomovic è un giocatore polivalente ed esperto (classe 1987) in grado di giocare sia da centrale, sia da terzino destro. Ha giocato per la nazionale serba dal 2008 al 2015, mettendo insieme 22 presenze. Tomovic era sotto contratto col Chievo fino al 2021 e nell’ultima stagione ha collezionato appena 10 apparizioni a causa di due infortuni muscolari piuttosto seri. Un’eccezione alla regola se si considera che negli ultimi anni il difensore serbo ha sempre giocato una media di 30 partite ad annata. Prima di arrivare al Chievo nell’estate 2017, Tomovic ha giocato per cinque anni nella Fiorentina, facendo registrare anche 34 presenze in Europa League agli ordini di Vincenzo Montella e Paulo Sousa.

Vaisanen ha fatto da comprimario nella SPAL 2017-2018 (7 presenze, più 2 in Coppa Italia) dopo essere stato prelevato dagli svedesi dell’AIK Solna. Nella scorsa stagione è stato prestato al Crotone, in serie B. Con i calabresi ha giocato con regolarità (26 presenze), migliorando il suo rendimento nella seconda parte della stagione. La discesa in serie B gli ha fatto perdere qualche punto nelle gerarchie della nazionale finlandese (5 presenze nel 2017; 5 nel 2018; solo 1 nel 2019), pur rimanendo stabilmente tra i convocati del ct Kanerva.

foto: ufficio stampa SPAL



Leaderboard Derby 2019