Sembrava che il digiuno dell’Atalanta al Paolo Mazza fosse destinato ad allungarsi (non vinceva a Ferrara dal 1962) e invece due colpi da campione di Luis Muriel hanno trasformato diecimila potenziali sorrisi in altrettanti volti tristi. Arrivano comunque applausi per i ragazzi di Semplici, in grado di portarsi sul 2-0 nel primo tempo contro la terza classificata dello scorso campionato, prima della furiosa rimonta bergamasca.

La SPAL gioca alla grande i primi minuti e passa subito in vantaggio prima con Di Francesco, innescato da Petagna, e poi con lo stesso numero 37, che poco dopo sigla la rete del raddoppio deviando in porta un grande assist di Igor. Ma l’euforia dura mezz’ora: il gol di Gosens su cross perfetto di Hateboer innesca la miccia dei nerazzurri, che nella ripresa – grazie anche alle sostituzioni – mettono alle corde la SPAL, assestando due montanti micidiali con Muriel. Il colombiano prima infila Berisha da 25 metri, poi castiga di nuovo il portiere albanese con un altro colpo da biliardo dal limite dell’area.

 AZIONI SALIENTI I° TEMPO

7’: Petagna lancia Di Francesco verso la porta con un tocco di prima: l’attaccante spallino fredda Gollini con un rasoterra che si infila nell’angolino basso e porta subito in vantaggio la SPAL.
25’: Ottima progressione del Papu Gomez, che scarta mezza difesa e calcia in porta da posizione ravvicinata: serve un grande intervento di Berisha per evitare il pareggio.
27’: Igor incanta Hateboer con un gioco di gambe e riesce a crossare un pallone teso in area, deviato il rete con sicurezza da Petagna. Dopo il silent check, Manganiello conferma il raddoppio biancazzurro.
34’: Accorcia le distanze la Dea. Heteboer crossa al bacio per la testa di Gosens, che sovrasta D’Alessandro e piazza la palla nel sette.
37′: Valoti va di testa a colpo sicuro su un gran pallone messo al centro da Kurtic, Gollini chiude la porta.
43’: Serve un grande intervento di Berisha per deviare in angolo il tiro di Freuler, liberato in mezzo all’area spallina da Heteboer.

AZIONI SALIENTI II° TEMPO

6’: Gomez prova la conclusione dalla trequarti, Berisha non si fa impensierire e blocca il pallone.
14’: Igor prova la conclusione dal limite dell’area, la sfera termina larga alla sinistra di Gollini.
17′ Muriel si presenta con un sinistro potente, Berisha dice di no.
26’: Muriel prende la mira e dai venticinque metri fulmina Berisha con un rasoterra potente e preciso. L’Atalanta pareggia i conti.
31’: Muriel si posiziona al limite dell’area e col destro gonfia la rete alle spalle di Berisha: una doppietta che vale il vantaggio per la Dea.
42’ : Muriel scippa la palla a Cionek e si lancia verso la porta, serve un altro intervento di Berisha per evitargli la tripletta.

SPAL-ATALANTA 2-3 (p.t. 2-1)

SPAL (3-5-2): Berisha; Felipe, Vicari, Cionek; D’Alessandro (dal 27’ s.t. Tomovic), Kurtic, Valoti (dal 19’ s.t. Murgia), Missiroli, Igor (dal 32’ s.t. Floccari); Di Francesco, Petagna. A disp.: Letica, Thiam, Cannistrà, Farcas, Dickmann, Mawuli, Strefezza, Valdifiori, Jankovic, Moncini, Paloschi. All.: Semplici.
ATALANTA: (3-4-1-2): Gollini; Djimsiti, Palomino, Masiello (dal 10’ s.t. Muriel); Heteboer, De Roon, Freuler (dal 9’ s.t. Malinovskyi), Gosens; Pasalic, Gomez, Zapata (dal 36’ s.t. Toloi). A disp.: Rossi, Ndiaye, Skrtel, Ibanez, Barrow. All.: Gasperini.

RETI: Di Francesco (S) al 7’ p.t, Petagna (S) al 27’ p.t., Gosens (A) al 34’ p.t., Muriel (A) al 26’ s.t. ed al 31’ s.t.
ARBITRO: sig. Manganiello di Pinerolo; assistenti: Rocca e Muto; IV uomo: Baroni; VAR: Chiffi, A. VAR: Lo Cicero.
AMMONIZIONI: De Roon (A), Valoti (S).
NOTE: cielo sereno, campo in buone condizioni. Corner: 2-9. Recupero: 1’ p.t., 4’ s.t. Spettatori: 11.706.



Leaderboard Derby 2019