Una SPAL rimaneggiata e incerottata torna dallo Stadium con una sconfitta più che preventivabile e contenuta nel punteggio grazie ad un’altra prestazione superlativa di Berisha.

VOTO DI SQUADRA: 5,5 – Mezzo voto in più vista l’emergenza a livello di organico. La prestazione è stata sicuramente generosa, fatta di grande sacrificio in copertura, mentre la fase offensiva è difficilmente giudicabile, con Buffon che ha potuto passare un pomeriggio da spettatore, fatta eccezione per la prima mezz’ora.

BERISHA 8 – Un tocco leggero di Valdifiori sul tiro da fuori di Pjanic lo beffa in chiusura di un primo tempo nel quale aveva abbassato la saracinesca su Dybala e Ramsey, frustrando i bianconeri. Nella ripresa tiene la SPAL in partita fino al 33′, quando Ronaldo lo trafigge con un colpo di testa da distanza ravvicinata.

IGOR 5,5 – Parte in maniera incoraggiante, ma poi traballa di fronte a giganti come Dybala e Ronaldo. Comprensibile. Però è troppo svagato, al pari di Reca, sull’azione del raddoppio bianconero.

VICARI 6,5 – Se dei cinque difensori a disposizione è l’unico a cui mister Semplici non ha mai rinunciato il motivo è abbastanza evidente. Anche allo Stadium si dimostra il più sicuro e affidabile.

TOMOVIC 6 – Un errore da matita blu a fine primo tempo, quando si fa saltare in testa da Ramsey. Però chiude anche su Ronaldo, evitando il vantaggio. Sul secondo gol viene preso in mezzo dalla grande qualità tecnica degli avversari, ma in generale, anche con le cattive, se la cava meglio del solito.

SALA 5 – Esterno più di contenimento che di spinta. Difficile aspettarsi da lui discese in velocità sulla fascia, nonostante un Matuidi fuori ruolo. Sembra mancargli un po’ di intesa con i compagni. Se non altro è uno dei pochi a provare il tiro, ma è troppo poco se si considerano le sue potenzialità.  (dal 27’ s.t. JANKOVIC 5,5– Tocca un numero di palloni che si conta sulla dita di una mano e non combina alcunché, ma compie una bella chiusura difensiva).

MURGIA 5 – La terza partita in una settimana si sente anche nelle sue gambe, togliendogli un po’ di dinamismo. Spreca malamente un contropiede 3 contro 2 nel primo tempo, facendosi poi saltare troppo facilmente da Dybala su una ripartenza. Semplici gli risparmia la mezz’ora finale. (dal 12’ s.t. STREFEZZA 5,5 – Il secondo gol nasce dalla sua zona. Per il resto ci mette entusiasmo e cattiveria, pur creando poco).

MISSIROLI 5,5 – Si vede molto poco, forse non più abituato al ruolo di incursore, forse perché non al meglio fisicamente. Si sacrifica e passa gran parte della sua partita a tenere d’occhio gli inserimenti di Khedira, non sempre riuscendoci.

VALDIFIORI 5,5 – Torna in campo, per necessità, dopo l’opaca mezz’ora del “Dall’Ara”. Tiene bene la posizione, con un cliente scomodo come Ramsey che spesso finisce per muoversi sull’esterno. In fase di impostazione cerca di velocizzare il gioco, con risultati decisamente alterni, ma anche per demerito dei suoi compagni.

RECA 5 – Sbaglia tutto in avvio in fase di impostazione regalando almeno tre palloni sanguinosi agli avversari. Sembra a suo agio solo quando ha un po’ di campo davanti, in modo da liberare la sua velocità. Spreca uno dei pochi palloni calciati verso la porta ed è tutt’altro che irreprensibile nell’azione del 2-0.

PETAGNA 6 – L’assenza di Kurtic gli mette completamente sulle spalle l’onere di creare gioco sulla trequarti e lui si disimpegna bene come al solito, lontano dalla porta. Fatica a rendersi pericoloso, ma oggi chiedergli più di quello che ha fatto era difficile. Fa il mediano, il regista e il centravanti.

MONCINI 5 – Non era sicuramente facile per un ragazzo buttato nella mischia, alla sua prima da titolare in serie A a Torino contro la Juventus. Le sue qualità sono in area di rigore e oggi c’erano poche possibilità di metterle in mostra. (dal 31’ s.t. PALOSCHI 5,5 – Debutto in campionato per lui, dimostrando una buona generosità pur col poco tempo a disposizione).

SEMPLICI 5,5 – La squadra in questo momento presenta tanti problemi, ma le assenze sono pesanti e innegabili. Cerca di portare a casa un risultato non troppo pesante e ci riesce. Ora la speranza è di recuperare qualcuno per sabato, con una partita decisamente più alla portata.



Leaderboard Derby 2019