Dopo il primo punto preso in trasferta contro l’Udinese e la sosta per le nazionali, la SPAL è pronta a scendere in campo e tornare a rincorrere la salvezza. Lunedì sera ospita il Genoa al Paolo Mazza e l’ultimo posticipo giocato in notturna non evoca bei ricordi: i biancazzurri comandarono per tutta la partita, ma fu la Sampdoria a mettersi i tre punti in tasca grazie alla zuccata di Caprari in pieno recupero. Come consuetudine abbiamo fatto quattro chiacchiere con un collega – Gian Piero Gallotti di Genoanews1893.it – per farci raccontare le ultime sul Genoa.

ANDAMENTO LENTO – “Il campionato che sta disputando il Genoa fino adesso è di sicuro al di sotto delle aspettative di tifoseria e società, nonostante la rosa sia attrezzata per una salvezza tranquilla. Difficile trovare le cause di questa falsa partenza. Probabilmente vanno ricercate un po’ nella cattiva sorte, mi riferisco agli infortuni di Criscito e di Kouamé, e l’altro po’ in una gestione tecnica che ha commesso qualche errore di troppo, soprattutto nei rapporti con i calciatori a disposizione”.

AVVICENDAMENTO IN PANCHINA – “Da Andreazzoli a Thiago Motta è cambiato il mondo. L’atteggiamento sul campo, la mentalità trasmessa alla squadra, il modulo, la formazione: non ce n’è una base di partenza, non è quasi mai la stessa della volta precedente, tutti i calciatori a disposizione si sentono titolari e vengono schierati a seconda del tipo di avversario che il Genoa va ad incontrare. In pratica, i due tecnici vedono il calcio in modo diametralmente opposte. Un’altra grande intuizione di Thiago Motta è stata reintegrare sin da subito in rosa Agudelo – inspiegabilmente mandato a giocare con la Primavera – e Gumus, addirittura messo fuori rosa. I due giocatori hanno ripagato la fiducia del tecnico con grandi prestazioni”.

PREVISIONI E PRONOSTICI – “L’ago della bilancia della gara credo che possa essere l’atteggiamento con cui le due squadre scenderanno in campo. Il Genoa, vista la mentalità del tecnico che la allena, senza dubbio proverà a vincere e non verrà a Ferrara pensando più che altro a difendersi. Se la SPAL attaccherà con giudizio, pensando anche a non scoprirsi, potrebbe essere una partita divertente e aperta a qualsiasi risultato. Invece, nel caso in cui l’undici guidato da Semplici si dovesse lanciare all’attacco in modo scriteriato, cercando di sfruttare il fattore campo, potrebbe rischiare grosso perché il Genoa – nonostante l’assenza di Kouamé – ha attaccanti in rosa che sono in grado di fare del male a qualsiasi difesa, incentivati dal credo calcistico di Thiago Motta. Mi aspetto una partita molto combattuta e divertente, nonostante l’importanza della posta in palio per entrambe le squadre. Decisiva? Non penso proprio, il campionato è ancora troppo lungo”.

LE SCELTE DEL MISTER – “Non è mai facile indovinare la formazione iniziale di Thiago Motta, lunedì sarà ancora più complicato vista l’incertezza sulla disponibilità o meno di Criscito e Sturaro che potrebbero anche rientrare dopo aver smaltito i rispettivi infortuni”.

PROBABILE FORMAZIONE – 3-4-1-2: Radu; Romero, Zapata, Criscito; Lerager, Schone, Cassata, Agudelo; Pandev; Pinamonti, Gumus.

Indisponibili: Kouamé.

ULTIMI PRECEDENTI:

  • 28/04/19 SPAL – Genoa 1-1 (Felipe, Lapadula);
  • 9/12/18 Genoa – SPAL 1-1 (Petagna, Piatek);
  • 31/03/18 Genoa – SPAL 1-1 (Lapadula, Lazzari);
  • 29/10/17 SPAL – Genoa 1-o (Antenucci).


Leaderboard Derby 2019