Se non avesse lisciato quel passaggio di Petagna nell’area dell’Inter, forse, staremmo commentando un risultato diverso, ma Nenad Tomovic non è un attaccante e la sua è stata partita positiva, specialmente se si considerano i clienti che ha avuto oggi. In zona mista il difensore serbo commenta così il match della SPAL, bilanciando critiche e plausi con grande obiettività: “Siamo partiti molto paurosi. In questo momento abbiamo questo difetto per cui quando sbagliamo la prima volta l’avversario ci punisce e dopo non proviamo più. Anche oggi abbiamo sbagliato lì: dobbiamo continuare il nostro gioco ed il nostro possesso anche se facciamo degli errori, perché solo così si può migliorare ed andare avanti. Poi nel secondo tempo si sono messe le cose a posto, abbiamo segnato il primo gol fuori casa che ci porta un po’ di fiducia. Lukaku e Martinez vivono un ottimo momento, segnano ad ogni partita e probabilmente ora sono la coppia più pericolosa d’Europa”.

Il rimpianto del primo tempo viene compensato dalla fiducia verso il futuro, che a Tomovic non sembra mancare: “Sull’occasione che ho avuto si è visto che sono un difensore (ride, ndr.): sicuramente potevo controllarla meglio e fare di più. Ora dobbiamo guardarci tutti allo specchio e dire ‘finora non ho dato tutto, posso fare di più’, solo così possiamo migliorare ed andare avanti: domenica c’è uno scontro diretto che non possiamo fallire”.

Lascia un commento


Leaderboard Derby 2019
leaderboard myes