Al Paolo Mazza è tutto fin troppo facile per la SPAL, che in un freddo pomeriggio di Coppa Italia liquida il Lecce con una cinquina spettacolare. I biancazzurri piantano subito le tende nell’area leccese, passano 18’ minuti ed un’incursione di Igor apre il valzer del gol. Poco dopo arrivano due reti nel giro di dieci minuti: prima Paloschi, innescato da Reca, e poi Murgia, con un gran rasoterra dalla media distanza. Il Lecce non dà segni di vita e verso la fine del primo tempo è Cionek a calare il poker, deviando in porta un cross di Jankovic dalla bandierina. La squadra di Liverani trova uno squillo nella ripresa con Imbula e riprende un po’ di coraggio, sfruttando anche un calo della SPAL, ma alla fine arriva il sigillo del capitano a coronare la serata: Floccari mette a segno il quinto gol e mette la qualificazione in archivio. Il prossimo avversario, negli ottavi di finale, sarà il Milan. La sede della partita è da sorteggiare.

Ora i biancazzurri potranno pensare alla sfida di domenica contro il Brescia.

 Azioni salienti primo tempo

4’: Missiroli si divora un’occasione clamorosa! Taglia la difesa, si ritrova solo davanti al portiere, calcia, manca la porta di pochi centimetri.
13’: Petriccione lancia la sfera nel mucchio da calcio piazzato, Lapadula la spedisce sul fondo di testa.
18’: Gol della SPAL! Igor si infila tra le maglie leccesi e fulmina Vigorito: primo gol in biancazzurro per il difensore brasiliano.
24’: Raddoppio spallino! Reca entra in area e serve Paloschi, che trasforma il tap-in nel gol del 2-0.
26’: Paloschi vede Vigorito fuori posizione e cerca la porta, il pallone finisce pochi centimetri sopra la traversa.
31’: Tris biancazzurro! Floccari per Paloschi, Paloschi per Murgia, che infila Vigorito con un rasoterra a fil di palo. Azione perfetta della SPAL.
35’: Si affaccia in avanti il Lecce: da corner, Vera pesca Lapadula nell’area piccola: il numero nove stacca di testa ma colpisce la traversa.
45’: La SPAL cala il poker! Dalla bandierina, Jankovic crossa al bacio per Cionek, che stacca col tempo giusto e gonfia la rete per la quarta volta.

Azioni salienti secondo tempo

4’: Ricomincia forte la SPAL: Reca si divora la fascia sinistra e prova il destro, Dell’Orco è ben posizionato e devia il pallone prima che arrivi allo specchio.
10’: Gol del Lecce! Imbula controlla un passaggio di Lo Faso e spedisce il pallone alle spalle di Berisha con un sinistro da fuori area.
11’: Risponde subito la SPAL: Floccari si gira e calcia da posizione ravvicinata, Vigorito devia il tiro in corner con un grande intervento.
14’: Imbula ci prova ancora dalla trequarti, esce un tiro telefonato che si spegne tra le braccia di Berisha.
17’: Grande occasione sprecata dal Lecce. Murgia sbaglia l’intervento e Lapadula si ritrova da solo davanti a Berisha, ma il tiro potente manca di precisione e termina sul fondo.
23’: Altra chance per il Lecce: Lapadula viene smarcato in posizione regolare, si gira e calcia, ma trova ancora una volta Berisha a negargli il gol.
26’: Giornata storta per Lapadula: l’attaccante prende il tempo ai difensori avversari e trova nuovamente il tiro, centrando il palo esterno.
34’: Fiamozzi crossa per Dubickas, che prova la girata senza centrare lo specchio.
39’: Cinquina della SPAL! Paloschi appoggia il pallone a Floccari, che deve solo deviarlo in porta per chiudere l’azione.

SPAL-LECCE 5-1 (p.t. 4-0)

SPAL (3-5-2): Berisha; Vicari, Tomovic, Igor; Cionek, Murgia, Missiroli, Jankovic (dal 18’ s.t. Valoti), Reca (dal 24’ Kurtic); Paloschi, Floccari (dal 42’ s.t. Cuellar). A disp.: Thiam, Letica, Valdifiori, Moncini, Petagna, Salamon, Cannistrà, Tunjov, Mastrilli. All.: Leonardo Semplici.
LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Benzar (dal 6’ s.t. Fiamozzi), Riccardi, Rossettini, Dell’Orco; Petriccione (dal 6’ s.t. Majer), Imbula, Vera; Lo Faso (dal 30’ s.t. Maselli); Lapadula, Dubickas. A disp.: Bleve, Lucioni, Falco, Shakhov, Monterisi, La Mantia, Gallo, Babacar, Rimoli. All.: Fabio Liverani.

ARBITRO: sig. Giua di Olbia; assistenti: Colarossi di Roma 2 e Marchi di Bologna.
RETI: Igor (S) al 18’ p.t., Paloschi (S) al 24’ p.t., Murgia (S) al 31’ p.t., Cionek (S) al 45’ p.t., Imbula (L) al 10’ s.t., Floccari (S) al 39’ s.t..
AMMONIZIONI: Missiroli (S), Murgia (S), Imbula (L).
NOTE: campo in buone condizioni, cielo sereno. Angoli: 5-2. Recupero: 1’ p.t., 3’ s.t.



Leaderboard Derby 2019