La fase di riflessione avviata dalla dirigenza della SPAL ha immediatamente innescato le ipotesi sul possibile successore di Leonardo Semplici, nel caso venisse presa l’amara decisione di sollevarlo dall’incarico a distanza da cinque anni dal suo insediamento.

Secondo Gianluca Di Marzio di Sky Sport, la soluzione numero uno è quella relativa a Giovanni De Biasi. L’allenatore veneto, inattivo da ormai due anni dopo la dimenticabile esperienza in Spagna all’Alavés (7 partite in totale), era già stato considerato a febbraio 2018 nel momento di crisi di risultati della prima stagione del ritorno in serie A. All’epoca non se ne fece nulla perché la SPAL decise di confermare la propria fiducia a Semplici, conseguendo poi una sudata salvezza a spese del Crotone.

De Biasi, 63 anni, di recente era stato accostato anche alle panchine di Sampdoria e Udinese. Nel primo caso è uscito sconfitto in volata da Claudio Ranieri per l’incarico sulla panchina blucerchiata. Dalla sua può vantare una lunga esperienza (la sua carriera da allenatore è iniziata nel 1992) e una conoscenza pressoché completa dell’ambiente ferrarese, in virtù delle due positive stagioni alla guida della SPAL tra il 1997 e il 1999. Nella prima conquistò la promozione dalla serie C2 alla C1, mentre nella seconda si piazzò al secondo posto in C1, conquistando in aggiunta la Coppa Italia di serie C. Il rapporto non proprio idilliaco con l’allora presidente Donigaglia lo portò poi lontano da Ferrara, a fare le fortune del Modena, con la doppia promozione dalla serie C1 alla serie A.

Se ci sarà il ritorno a vent’anni di distanza lo si saprà, verosimilmente, solo nella giornata di lunedì quando la SPAL avrà terminato le proprie valutazioni sulla situazione.



Leaderboard Derby 2019