Semplici, confermato dalla società dopo il KO interno con il Brescia di settimana scorsa, è chiamato a risollevare le sorti della SPAL ripetendo un’impresa che riuscì nella passata stagione: fare punti all’Olimpico contro la Roma. Partiamo dal presupposto che sia un compito tutt’altro che facile, ma facendo quattro chiacchiere con il collega Flavio TassottiTele Radio Stereo – sono emersi alcuni fattori che potrebbero giocare a favore dei biancazzurri.

IL CAMPIONATO – “La Roma è in linea con le aspettative di inizio stagione: la squadra di Fonseca è quarta in classifica insieme al Cagliari, in piena zona Champions League. Proverà a sfruttare questo turno per accorciare le distanze che la separano dalle avversarie che le sono davanti: lunedì sera la Lazio va a giocare proprio sul campo del Cagliari, quindi una delle due – se non entrambe qualora la partita dovesse terminare in parità – perderà punti. Per la Roma dunque è importantissimo vincere contro la SPAL, anche per salutare davanti ai suoi tifosi il 2019, che non è stato un anno ricco di soddisfazioni”.

L’ALLENATORE – “Il giudizio sul lavoro di Fonseca non può che essere positivo. L’allenatore ha svolto un buon lavoro fino a questo momento, riuscendo a mantenere la Roma a livelli ottimi nonostante ogni domenica debba far fronte alle problematiche più disparate, infortuni e squalifiche in particolare. Ho raccolto una statistica particolare: la Roma nelle prime quindici gare di campionato ha dovuto ovviare a ottantasette assenze, il che significa una media di quasi sei calciatori indisponibili a partita. E al netto di tutto ciò la Roma continua a viaggiare a passo spedito, quindi a Fonseca bisogna fare solo i complimenti per quello che sta facendo, gettare le basi per per centrare l’obiettivo a fine stagione”.

LA BESTIA NERA – “Lo scorso anno la SPAL ha fatto bottino pieno contro la Roma, conquistando sei punti su sei. Ma parliamo di una Roma molto diversa, gravata da parecchi problemi, uno su tutti: l’allenatore, che ha dimostrato di non essere adatto alla piazza e ha collezionato una serie di risultati negativi che hanno condizionato molto il cammino della Roma in campionato. La rosa era stata costruita male, ma rimaneva comunque da terzo posto, infatti dopo l’esonero di Di Francesco c’è stata un’inversione di tendenza: la Roma alla fine è arrivata a soli tre punti dall’obiettivo. Detto questo, la SPAL verrà all’Olimpico consapevole di giocarsi tanto e allo stesso tempo di aver un’occasione per far punti. D’altronde Fonseca deve ovviare alle assenze e tenere presente che le fatiche dell’impegno di Europa League di giovedì potrebbero farsi sentire. Però la Roma ha la possibilità di accorciare sulla Lazio in classifica, sarebbe un peccato non sfruttasse un’opportunità del genere”.

IL TURNOVER – “Fonseca l’ha già fatto in Europa League, domenica cercherà di mettere la formazione migliore. Dipenderà molto dalle condizione di Smalling. E come al solito sono tantissime le assenze: Mancini è squalificato, Santon, Cristante e Zappacosta sono indisponibili per infortunio. Pellegrini andrà in campo ma non è al meglio della condizione, è appena rientrato da uno stop abbastanza lungo. Però ci sono anche delle buone notizie: Kluivert si è allenato con i compagni di squadra e quindi penso che sia da considerarsi recuperato a tutti gli effetti, mi sorprenderebbe non vederlo tra i titolari contro la SPAL”.

IL TALLONE D’ACHILLE – “Della Roma – paradossalmente – è la difesa. In trasferta è la migliore del lotto, sono solo cinque le reti al passivo, mentre in casa non ha preso gol solo dal Brescia. C’è un altro aspetto importante che potrebbe aiutare della SPAL: Smalling è infortunato (stanno facendo di tutto per recuperarlo, dovesse farcela gioca titolare di sicuro) e Mancini è indisponibile per squalifica. Stando così le cose, i centrali a disposizione di Fonseca sono Fazio, che abbiamo visto non essere più un giocatore di altissimi livelli, Juan Jesus e Çetin. Credo possa essere il turco a fare coppia con il difensore argentino, sarebbe un tandem inedito, la prima volta in assoluto. Fazio e Juan Jesus quest’anno hanno giocato insieme in Roma-Genoa (3-3), una delle partite più terrificanti della Roma dal punto di vista difensivo”.

PROBABILE FORMAZIONE: 4231 – Pau Lopez; Spinazzola, Fazio, Çetin (Smalling), Kolarov; Diawara, Veretout; Zaniolo, Pellegrini, Kluivert; Dzeko.

Indisponibili: Santon, Cristante, Zappacosta, Pastore.
In dubbio: Smalling, Mirante.

ULTIMI PRECEDENTI:

  • 16/03/19 SPAL – Roma 2-1 (Fares, Perotti (R), Petagna);
  • 20/10/18 Roma – SPAL 0-2 (Petagna (R), Bonifazi)
  • 21/04/18 SPAL – Roma 0-3 (aut. Vicari, Nainggolan, Schick)
  • 01/12/17 Roma – SPAL 3-1 (Dzeko, Strootman, Pellegrini, Viviani)


Leaderboard Derby 2019