Smaltita (forse) la frustrazione per il pareggio beffardo contro il Milan, la SPAL va a Genova, ospite della Sampdoria ben consapevole del fatto che per rimanere agganciata al treno salvezza c’è un solo risultato possibile. Visti gli otto punti da recuperare alle dirette concorrenti un ulteriore risultato positivo darebbe ai biancazzurri la giusta carica per affrontare le successive due sfide all’orizzonte, altrettanto fondamentali: con Udinese, in casa, e Genoa, in trasferta.

Per capire che aria tira dalle parti di Bogliasco e quale sia il clima in vista di questo delicatissimo scontro salvezza abbiamo interpellato Alessio Eremita, direttore di Sampnews24.

STATO D’ANIMO – “Tutto sommato la Sampdoria sta bene, ha vinto una partita molto importante in chiave salvezza (a Lecce), ma non può permettersi di abbassare la guardia perché sa benissimo che un’eventuale sconfitta contro la SPAL annullerebbe il successo di mercoledì. La soglia di attenzione, quindi, non deve abbassarsi. Nonostante i tre punti portati a casa da Via del Mare abbiano dato una bella boccata d’ossigeno, tra i blucerchiati c’è comunque quel filo di preoccupazione che per forza di cose ti accompagna alla vigilia di match così delicati”.

LA SPAL – “Non deve assolutamente darsi per vinta, la pausa dovuta al Covid-19 ha sovvertito ogni pronostico, rimescolato le carte e azzerato le differenze di condizione fisica. Al netto dei limiti di organico, bisogna provare a gettare il cuore oltre l’ostacolo. Inutile stare a rimarcarlo, i punti di distacco dalla terzultima sono pesanti, e i due sfumati al quarto minuto di recupero avrebbero potuto fare davvero comodo”.

TALLONE D’ACHILLE – “La SPAL dovrà cercare di velocizzare il gioco e al tempo stesso di trovare pertugi che le permettano di bucare internamente la difesa della Sampdoria, reparto che è tutt’altro che costante nell’arco dei novanta minuti di gioco; capita spesso infatti che ci siano parecchie sbavature nella retroguardia blucerchiata. Penso che Di Biagio opterà per un undici non troppo aggressivo, ma caratterizzato da elementi dalla spiccata rapidità per sfruttare il contropiede”.

LA LOTTA SALVEZZA – “SPAL e Brescia sono con l’acqua alla gola, ma ci sono ancora diverse partite in calendario; la vittoria dell’Udinese sulla Roma ha cambiato ulteriormente le previsioni. Come organico, Fiorentina, Sampdoria, Torino e Udinese sono potenzialmente salve, ma i punti in classifica le inseriscono nella lotta retrocessione. I numeri non mentono. Genoa e Lecce, però, sono le principali indiziate al terzultimo posto”.

TURNOVER – “Ranieri sta seguendo uno schema di rotazione in modo da consentire ai calciatori di recuperare le energie. Ormai non esiste più turnover. In campo ci saranno sicuro alcuni elementi di rincalzo, insieme a compagni più qualitativi”.

PROBABILE FORMAZIONE – 4411: Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Murru; Depaoli, Ekdal, Vieira, Jankto; Ramirez; Gabbiadini.

Squalificati: Thorsby.
Indisponibili: Tonelli.

ULTIMI PRECEDENTI

  • 4/11/2019 SPAL-Sampdoria 0-1 (Caprari)
  • 3/3/2019 SPAL-Sampdoria 1-2 (Quagliarella, Quagliarella, Kurtic);
  • 1/10/2018 Sampdoria-SPAL 2-1 (Paloschi, Linetty, Defrel);
  • 20/5/2018 SPAL-Sampdoria 3-1 (Antenucci, Grassi, rig. Antenucci, Kownacki);
  • 30/12/2017 Sampdoria-SPAL 2-0 (rig. Quagliarella,Quagliarella).

CONDIZIONE RECENTE: P-P-P-V



Leaderboard Derby 2019