Al termine della sfida del Paolo Mazza contro un Torino alla ricerca di punti che avrebbero sancito l’aritmetica salvezza, mister Gigi Di Biagio ha commentato così il pari ottenuto contro i Granata.

“E’ stata una partita in cui volevamo la vittoria e in cui abbiamo cercato di alzare i ritmi. Nel primo tempo non ci siamo riusciti, siamo stati un po’ troppo passivi, poi abbiamo avuto una grande reazione dopo il gol incassato. In quel momento ho visto una convinzione maggiore nel cercare di andare a segno. Anche dopo il pareggio abbiamo giocato per vincere la partita, ma non ci siamo riusciti, anche nonostante i tanti giovani in campo, alcuni dei quali del 2002. Questo è un segnale positivo sotto molti aspetti. Non mi aspetto che questo pareggio smuova molto la classifica, devo essere onesto, gli obiettivi erano altri. È normale che un punto conquistato ci permette di essere un po’ più positivi perché le sconfitte rimediate nelle ultime partite, anche quando l’atteggiamento era stato tutto sommato buono, abbatte il morale e rende pressoché impossibile difendere il nostro operato”.

“I giovani? Sono contento di tutti i ragazzi che hanno esordito oggi. Bene Demba che ha iniziato dal primo minuto, Horvath e Iskra sono entrati molto bene entrambi. È stata una prova per valutare il livello raggiunto dai giovani in virtù del grande lavoro che è stato fatto dalla società in termini di vivaio ed eravamo curiosi di vederli all’opera anche in vista della prossima stagione. In allenamento stanno facendo molto bene”

“Reca? È dovuto andare in Polonia questa mattina per problemi familiari, per questo non è stato convocato. Lo abbiamo perso assieme ad altri, tanti giocatori”.

“Chi è stato ammonito in panchina? Non io, ero tranquillo che parlavo con il quarto uomo, ci stavamo spiegando sull’accaduto in occasione dell’ennesimo rigore non dato. Da questo punto di vista siamo un po’ sfortunati, ci sono situazioni importanti valutate in maniera sfavorevole per noi”.



Leaderboard Derby 2019