La SPAL conquista il terzo turno di Coppa Italia ai rigori (4-2) ai danni del Bari, e al termine della partita l’allenatore dei biancazzurri, Pasquale Marino, si dice tutto sommato soddisfatto della prestazione offerta dai suoi, al netto del dispiacere per l’infortunio di capitan Floccari durante la sequenza dei rigori.

Di seguito, tutti gli argomenti trattati durante la conferenza stampa post-gara.

SODDISFAZIONE – “Mi ritengo soddisfatto per la presentazione complessiva della squadra, alla fine abbiamo passato il turno in Coppa Italia anche se solo ai calci di rigore. Ovvio, c’è ancora da lavorare e migliorare”. 

FLOCCARI – “Allo stesso tempo sono amareggiato per lo sfortunato episodio di Floccari perché sicuro sarà costretto a saltare alcune partite. È davvero un peccato: Sergio è fondamentale per la squadra, dentro e fuori dal campo, e stava facendo bene, la sua sarà un’assenza importante a cui fare fronte”. 

DETTAGLI  – “Abbiamo avuto tante opportunità per sbloccare la partita, ma siamo stati poco concreti. Pecchiamo della lucidità necessaria a fare le scelte giuste quando è il momento di fare l’ultimo passaggio o di concludere a rete. Ancora non abbiamo una grande vena realizzativa, ma riusciamo ad arrivare facilmente nella trequarti avversaria, il che è un aspetto molto importante perché vuol dire che teniamo il pallino del gioco in mano”.

MURGIA E CASTRO – “Sono ancora sotto contratto con la SPAL, si allenano bene, sono a disposizione e per cui li faccio giocare se serve. La società non mi ha messo alcun veto. Si sono fatti trovare pronti e non posso lamentarmi di come hanno giocato: minuti nelle gambe non ne hanno tanti perché in amichevole si sono visti poco, ma questa sera hanno dato il loro contributo”. 

TREQUARTISTA – “A prescindere dagli interpreti è una soluzione tattica che possiamo adottare. Esposito può svariare su tutto il fronte d’attacco e ci permette di avere più soluzioni. L’impianto è sempre lo stesso: tre difensori, quattro centrocampisti, poi davanti se siamo uno-due o due-uno cambia poco. Più che altro dipende tutto dagli avversari e dal momento della partita”. 

MERCATO – “Nessuna novità. Lavoriamo in sintonia con la società sia sul fronte entrate che uscite, mancano ancora diversi giorni prima della chiusura delle trattative. Berisha? Ripeto: l’unica cosa che posso fare è sperare che rimanga”.

Foto: Isabella Gandolfi / SPAL



Leaderboard Derby 2019
Leaderboard nuovo MyEs