A Lignano Sabbiadoro la SPAL è tornata a segnare tre gol in una singola partita di campionato: non succedeva da un po’ di tempo, per la precisione da Chievo-SPAL 0-4 (Felipe, Floccari, Felipe, Kurtic) del 4 maggio 2019. Volendo considerare anche le partite di Coppa Italia l’ultimo precedente risaliva a SPAL-Lecce 5-1 (Igor, Paloschi, Murgia, Cionek, Floccari) del 4 dicembre 2019.

Per trovare invece tre gol all’attivo nella stessa partita di serie B bisogna tornare a Brescia-SPAL 1-3 (Mora, Antenucci, Mora) del 9 aprile 2017. C’è anche il rovescio della medaglia: tre gol al passivo in cadetteria non si vedevano da Pro Vercelli-SPAL 3-1 (Bonifazi) del 17 dicembre 2016.

Col Pordenone la SPAL ha chiuso con una media del 61% di possesso palla, migliorando ulteriormente rispetto alle prime due uscite di campionato. A Monza i biancazzurri s’erano fermati a 42,5%, contro il Cosenza al 57%. Al “Teghil” di Lignano Sabbiadoro la SPAL ha fatto registrare un picco del 70%, salvo poi lasciare l’iniziativa agli avversari, facendo crollare il dato di oltre venti punti percentuali.

[grafico via WyScout]

Sabato la SPAL ha fatto molto possesso palla – almeno fino al 75′ – e questo ha inevitabilmente abbassato, seppure di poco, la percentuale di accuratezza dei passaggi che si è attestata a 83,7%. Con Monza e Cosenza era stata rispettivamente di 85,2 e 85,4%. In questo momento i biancazzurri sono quarti in serie B per precisione nei palloni giocati, dietro a Monza, Pescara ed Empoli.

E’ sensibilmente aumentato il numero di palle perse: col Pordenone sono state 122, con Paloschi (13) e Strefezza (13) a fare la parte dei protagonisti. La media, prima della partita di Lignano, era 90. Questo ha fatto aumentare in maniera consistente anche le palle recuperate: 92 contro le 65 di media fatte registrare contro Monza e Cosenza. A dare il maggior contributo sono stati Tomovic (16) e Vicari (15).

Lucas Castro è tornato a segnare a poco più di un anno di distanza. L’ultimo gol risaliva al 29 settembre 2019 (Cagliari-Hellas Verona 1-1). Per trovarne uno in serie B è necessario girare le pagine del calendario fino al 29 maggio 2015 (Brescia-Catania 4-2). Quello segnato contro il Pordenone è il 40° gol da professionista, il 7° nella seconda serie italiana.

Gabriel Strefezza invece ha messo a segno il secondo gol nel campionato di serie B, il 7° totale in carriera (esclusi quelli nel campionato Primavera). In ordine di tempo era andato a segno il 21 dicembre 2019 (Torino-SPAL 1-2), mentre l’unico altro gol in B era stato segnato il 31 agosto 2018 (Palermo-Cremonese 2-2).

Infine Alberto Paloschi: in generale non segnava dal 4 dicembre 2019 (SPAL-Lecce 5-1), mentre un gol in campionato gli mancava addirittura dal 7 ottobre 2018 (SPAL-Inter 1-2). L’ultima esultanza in serie B è datata addirittura 23 maggio 2009 (Parma-Vicenza 4-0). Per il numero 9 biancazzurro è il 90° gol da professionista (13° in B).

Lascia un commento


Leaderboard Derby 2019
Leaderboard nuovo MyEs