Il Pescara era stato annunciato come un osso duro e si è rivelato tale per la SPAL, che ha avuto la meglio nella partita del Paolo Mazza grazie ad una dimostrazione di cinismo da grande squadra. Con tante assenze e pur facendo una prestazione non proprio da applausi, la squadra di Marino è andata a segno con Salamon e Sebastiano Esposito, subendo poco o nulla se non un tiro che si è infranto sulla traversa nel finale di primo tempo. I biancazzurri non avranno poi tutto questo tempo per rilassarsi: martedì è in programma l’impegno di Coppa Italia contro il Monza (ore 14.30 al Paolo Mazza). Nel frattempo la SPAL rimane nei quartieri alti della serie B, confermando il trend positivo avviato con la vittoria interna contro il Vicenza.

Azioni salienti primo tempo:
5′ Salvatore Esposito si incarica della battuta di una punizione da zona pericolosa da lui stesso guadagnata: palla che sbatte sulla traversa!
19′ Altra punizione per la SPAL, stavolta dai trenta metri, conquistata da Valoti. Esposito è meno preciso e manca di molto il bersaglio.
27′ VANTAGGIO SPAL! Su calcio d’angolo (schema tra Di Francesco ed Esposito) Salamon stacca più in alto di Scognamiglio e di testa la infila nell’angolino basso!
31′ Contropiede del Pescara sulla sinistra chiuso da un tiro da fuori di Busellato che, deviato, finisce lontano dalla porta.
39′ Punizione per la SPAL dalla stessa mattonella da cui Esposito ha colpito la traversa. Stavolta se ne incarica Valoti ma spedisce il pallone alto.
45′ Brivido finale per la SPAL: su un calcio d’angolo la palla rimane nell’area piccola senza padrone e Asencio colpisce la traversa.

Azioni salienti secondo tempo:
7′ Cross insidioso di Masciangelo, ma Thiam anticipa Asencio in uscita.
9′ Ennesima punizione dal limite per la SPAL: Esposito calcia basso, ma la palla non sorprende Fiorillo che blocca al centro.
23′ Doppio passo in area di Di Grazia, ma il tiro esce debole e non impensierisce Thiam.
30′ Giocata individuale di Sebastiano Esposito che dalla sinistra cerca il tiro a giro sul secondo palo, la palla termina a lato.
44′ Dickmann ci prova da fuori area, il pallone si alza troppo.
48′ RADDOPPIO SPAL! Arriva il primo gol in campionato di Sebastiano Esposito che a porta spalancata non deve far altro che appoggiare in rete un passaggio in orizzontale di Valoti, bravo a recuperare un pallone sulla sinistra e metterlo preciso in mezzo.

SPAL – Pescara 2-0 (p.t. 1-0)

SPAL (3-4-1-2): Thiam; Okoli, Salamon, Tomovic; Dickmann, Missiroli (dal 37′ s.t. Murgia), Esposito Sal., D’Alessandro (dal 15′ s.t. Sala); Valoti; Di Francesco (dal 37′ s.t. Strefezza), Paloschi (dal 15′ s.t. Esposito Seb.). A disposizione: Galeotti, Gomis, Sernicola, Spaltro, Seck, Moro, Jankovic, Brignola. All. Marino.

Pescara (3-4-3): Fiorillo; Balzano, Scognamiglio, Nzita; Bellanova, Fernandes (dal 31′ s.t. Valdifiori), Busellato (dal 31′ s.t. Diambo), Masciangelo; Maistro (dal 31′ s.t. Capone), Asencio (dal 21′ s.t. Di Grazia), Vokic (dal 16′ s.t. Galano). A disposizione: Alastra, Bocic, Antei, Bocchetti, Crecco, Ventola, Riccardi. All. Oddo.

Arbitro: Sig. Luca Massimi di Termoli (Ass.ti: Rossi e Saccenti, IV uomo: Sozza)
Marcatori: 27′ p.t. Salamon (S), 48′ s.t. Esposito Seb (S).
Ammoniti: Valoti (S), Balzano (P), Esposito Sal. (S), Busellato (P), Okoli (S), Esposito Seb (S).
Note: pomeriggio soleggiato; porte chiuse; calci d’angolo: 2-3; recupero: 0′ p.t., 7′ s.t.

Lascia un commento


Leaderboard Derby 2019
Leaderboard nuovo MyEs