Il campionato va avanti, ma il problema della SPAL rimane sempre lo stesso: esiste una sua versione da casa e una da trasferta. Ad Ascoli Piceno ovviamente si è vista la seconda, con una squadra che palleggia con scarsa precisione e si affida agli episodi per far male agli avversari. I tre punti sono così andati ad un Ascoli grintoso, coraggioso, cinico al punto giusto e anche un pizzico fortunato come d’altra parte si richiede alle squadre dotate di minore tecnica. Protagonista di giornata il marocchino Abdelhamid Sabiri: prima con una punizione da distanza siderale su cui Thiam non prova nemmeno l’intervento e quindi con una conclusione a porta spalancata su un contropiede condotto in maniera estremamente efficace. Il 2020 della SPAL si chiuderà (per fortuna) al Paolo Mazza con il match in programma mercoledì 30 dicembre alle 18.

Azioni salienti primo tempo
4’: La prima ad affacciarsi in avanti è la SPAL. Strefezza calcia al volo dalla distanza spedendo il pallone alto sopra la traversa.
14′: Ci prova Sala! L’esterno biancazzurro sfrutta lo spazio per prendere la mira, il tiro centrale è facile preda di Leali.
25′: Floccari libera il mancino, ma la traiettoria viene sporcata dalla difesa: il pallone viene raccolto dal portiere prima di finire sul fondo.
28′: Gol dell’Ascoli! Direttamente da calcio di punizione, Sabiri insacca la sfera con un destro che si abbassa all’ultimo e sorprende completamente Thiam.
32′: Reazione immediata dei biancazzurri! Leali devia in corner la conclusione ravvicinata di Ranieri, lanciatosi in porta da posizione defilata dopo aver saltato Buchel.
41′: Squillo di Federico Di Francesco, che accelera dalla destra e ci prova col destro: pallone sul fondo.

Azioni salienti secondo tempo
4′: Chiricò entra nell’area spallina e calcia a giro col sinistro: stavolta Thiam è reattivo e si rifugia in angolo con un tuffo.
7′: Ranieri ci prova con un pallonetto dall’interno dell’area, regalando di fatto il pallone a Leali.
12′: Strefezza appoggia il pallone tra i guanti di Leali con un rasoterra telefonato.
21′: Doppia occasione clamorosa per la SPAL! Leali salva il risultato prima su Ranieri e poi su Castro con un doppio intervento miracoloso.
25′: Altra punizione di Sabiri dritta nello specchio: stavolta Thiam interviene bene e devia a lato.
30′: Raddoppia l’Ascoli! Un contropiede dei padroni di casa termina col secondo gol di Sabiri, che viene servito da Bajic sul filo del fuorigioco e batte Thiam con grande cinismo.
35′: Occasione sui piedi di Castro, che centra in pieno Leali.
45’+5′: Messo faccia a faccia con Thiam, Cangiano sbaglia clamorosamente il pallone del 3-0 calciando sul fondo.

ASCOLI-SPAL 2-0 (p.t. 1-0)

ASCOLI (4-3-2-1): Leali; Corbo, Brosco, Quaranta, Pucino; Cavion (dal 27′ s.t. Gerbo), Buchel, Saric (dal 41′ s.t. Eramo); Chirico (dal 27′ s.t. Pierini), Sabiri (dal 41′ s.t. Cangiano), Bajic (dal 46′ s.t. Vellios). A disp.: Sarr, Sarzi Puttini, Donis, Avlonitis, Tupta, Tofanari, Lico. All.: Andrea Sottil.

SPAL (3-4-1-2): Thiam; Ranieri, Vicari, Sernicola; Strefezza (dal 39′ s.t. Dickmann), Missiroli, Esposito Sal. (dal 39′ s.t. Murgia), Sala (dal 31′ s.t. Brignola), Valoti (dal 1′ s.t. Castro); Di Francesco, Floccari (dal 17′ s.t. Paloschi). A disp.: Minelli, Gomis, Salamon, Okoli, Esposito Seb., Spaltro, Seck. All.: Pasquale Marino.

ARBITRO: sig. Abisso di Palermo (ass.ti: Villa e Berti; IV uomo: Massimi)
RETI: al 28′ p.t. ed al 30′ s.t. Sabiri (A)
AMMONIZIONI: Valoti (S), Buchel (A), Esposito Sal. (S), Eramo (A).
NOTE: cielo sereno, campo in buone condizioni. Angoli: 2-11. Recupero: 1’ p.t., 5’ s.t. Partita giocata a porte chiuse.



Leaderboard Derby 2019
Grafema