Dopo una prestazione non esattamente all’altezza la SPAL può ritenersi soddisfatta del punto guadagnato a Cremona. Mister Marino, nel classico intervento post-partita in risposta alle domande dell’addetto stampa, esprime il suo punto di vista sul match disputato dalla sua truppa e commenta i prossimi importanti impegni.

Il primo tempo è stato molto buono per la Cremonese, noi invece abbiamo cercato di palleggiare ma non eravamo molto veloci nel giro-palla. Le uniche volte in cui siamo a velocizzare riusciti siamo arrivati facilmente negli ultimi metri, ma abbiamo concesso qualche palla di gol di troppo ed è stato bravo Berisha. Dispiace perché dopo aver superato indenni il primo tempo che è stato chiaramente in favore degli avversari e in un momento in cui non stavamo più soffrendo dopo aver fatto il gol, abbiamo preso un gol sugli sviluppi di un calcio piazzato con qualche disattenzione nostra e a pochi minuti dalla fine abbiamo rimesso il risultato in discussione”.

“Ci dispiace, è chiaro che dovevamo essere più cinici nel momento in cui abbiamo trovato il vantaggio e trovare gli spazi giusti per chiuderla, perché c’erano. Problemi con le trasferte? Sì, sicuramente è una cosa su cui dobbiamo lavorare, è da un po’ che se ne parla. Ci riusciamo a fasi alterne quindi qualcosa che non va c’è, dobbiamo cercare di risolverla il prima possibile perché nel complesso abbiamo fatto un buon girone di andata. Ad oggi i punti sono 33, me ne aspettavo 2-3 in più, che erano quelli di stasera e purtroppo non siamo riusciti a portare a casa il risultato pieno“.

Sicuramente non perdere è sempre una cosa positiva per muovere la classifica anche se ci sono sfuggiti alcuni punti in partite in cui sono arrivati dei pareggi e che oggi sarebbero stati determinanti per essere al secondo posto. Purtroppo nel primo tempo abbiamo sofferto troppo la prestazione della Cremonese, anche se ci abbiamo messo del nostro. Nella ripresa, a parte qualche errore iniziale, ci siamo messi meglio in campo e fino al gol abbiamo progressivamente preso sempre più spazio. Ripeto, dobbiamo giocare 90 minuti, magari concedere qualche fase agli avversari, ma fare molto meglio di quello che abbiamo fatto stasera. Settimana decisiva? Cercheremo di fare bene entrambe le partite che ci aspettano (Juventus-SPAL mercoledì sera e SPAL-Monza domenica, ndr) gestendo le energie. L’obiettivo primario è sempre il campionato”.

“Floccari? Speriamo non sia niente di grave. Non ho voluto mettere subito Seck perché era un momento di sofferenza e quindi abbiamo cercato di rafforzare gli esterni dove ci avevamo messo più in difficoltà. Quando è uscito Sergio quindi ho preferito alzare Strefezza, che secondo me oggi ha fatto una grandissima partita“.



Leaderboard Derby 2019
Leaderboard Isola