Per ovvie ragioni la tradizionale conferenza stampa della vigilia di campionato è stata assorbita da quella di presentazione di Massimo Rastelli. Al suo interno il nuovo allenatore ha comunque fornito qualche informazione utile a inquadrare la situazione in vista del difficile scontro col Cittadella.

La buona notizia è che Tomovic, Sala e Valoti – tutti alle prese con acciacchi rimediati a Pisa – sono arruolati, seppure in condizioni non ottimali. “Giovedì – ha spiegato Rastelli – hanno fatto una parte di allenamento col gruppo e vedremo che risposte daranno oggi“. Rimarranno indisponibili Di Francesco, Paloschi e ovviamente Asencio. Tuttavia il direttore sportivo Zamuner ha confermato che i tempi di recupero dell’attaccante spagnolo non dovrebbe essere lunghissimi: “Già ieri ci ha detto che appoggiando il piede avverte meno dolore rispetto a tre giorni fa. La caviglia rimane gonfia, ma si può dire che la prospettiva di un infortunio grave è stata scongiurata“.

📋| #SPALCittadella
I convocati di mister #Rastelli
#ForzaSPAL

Pubblicato da SPAL su Venerdì 19 marzo 2021

 

Sotto il profilo tattico è molto probabile che la SPAL scelga di schierarsi con un 3511 per non costringere agli straordinari gli unici due attaccanti in organico, ossia Floccari e Tumminello. Rastelli infatti non potrà convocare elementi della squadra Primavera, in quanto quest’ultima è in regime di “bolla” a causa di un contagio da Covid-19 riscontrato all’interno dello staff tecnico di mister Scurto. Seck e Moro, ad esempio, non potranno svolgere allenamenti con la prima squadra fino a mercoledì prossimo.

 

IPOTESI DI FORMAZIONE (3511): Berisha; Okoli, Vicari, Ranieri; Dickmann, Segre, Esposito, Moro, Sernicola (Sala); Valoti; Floccari (Tumminello)