La 36^ giornata della serie B 2020/2021 ha decretato la promozione diretta dell’Empoli. Per i toscani si tratta della settima ascesa in serie A nella storia del club e arriva a due anni di distanza dalla retrocessione all’ultima giornata della stagione 2018/2019.

La festa è coincisa con un altro record piuttosto curioso e probabilmente senza precedenti. Quella dell’Empoli è infatti la quarta promozione consecutiva in serie A di una squadra allenata nella stagione precedente da Pasquale Marino. L’ex allenatore della SPAL aveva infatti lavorato a Empoli da gennaio ad agosto 2020, centrando la qualificazione ai playoff. Una dinamica simile s’era verificata anche per Frosinone (2017/2018), Brescia (2018/2019) e Spezia (2019/2020). Il Pescara nel 2014/2015 ci andò invece molto vicino, arrivando alla finale dei playoff persa col Bologna con la staffetta tra Marco Baroni e Massimo Oddo.

Per quanto il campione statistico inizi a essere significativo, potrebbe trattarsi solo una bizzarra coincidenza. In fondo ogni stagione ha avuto sviluppi diversi e gli stessi passaggi di Marino sulle varie panchine hanno avuto differenti pesi specifici.

Frosinone
* stagione 2016/2017 con Marino: 3° posto in serie B, semifinale playoff persa col Carpi
* stagione 2017/2018 con Longo: 3° posto in serie B, finale playoff vinta col Palermo

Brescia
* stagione 2017/2018 con Marino: 13 partite da subentrato (9^-21^ giornata), 16° posto in campionato con Boscaglia e poi Pulga
* stagione 2018/2019 con Suazo e poi Corini: 1° posto in serie B, promozione diretta

Spezia
* stagione 2018/2019 con Marino: 6° posto in serie B, eliminato nel preliminare playoff dal Cittadella
* stagione 2019/2020 con Italiano: 3° posto in serie B, finale playoff vinta col Frosinone

Empoli
* stagione 2019/2020 con Marino: 17 partite da subentrato (21^-38^ giornata), 7° posto in serie B, eliminato nel preliminare playoff dal Chievo
* stagione 2020/2021 con Dionisi: 1° posto in serie B, promozione diretta

Storie diverse tra loro, anche se ad un esame più approfondito saltano all’occhio un paio di dati interessanti relativi a questa tendenza ormai ciclica.

Il primo riguarda i successori di Marino nelle stagioni vincenti. Dopo essersi separate dal tecnico siciliano tutte le squadre hanno ottenuto la promozione puntando su tecnici più giovani. Il Frosinone con Longo (-14), il Brescia con Corini (-8), lo Spezia con Italiano (-15) e infine l’Empoli con Dionisi (-18). Per chi se lo sta chiedendo: Massimo Rastelli è di 6 anni più giovane rispetto a Marino.

Il secondo riguarda gli organici a disposizione dei successori di Marino. In tre casi su quattro la rosa è stata rinnovata almeno per metà dei suoi elementi. L’unica eccezione è rappresentata da Longo a Frosinone che conquistò la serie A con un ricambio di poco più di un terzo del gruppo (36%).

% di giocatori nuovi rispetto alle stagioni di Pasquale Marino:
– Frosinone 2017/2018: 36%
– Brescia 2018/2019: 55%
– Spezia 2019/2020: 45%
– Empoli 2020/2021: 50%

La SPAL, a due giornate dal termine, è ancora formalmente in corsa per un posto ai playoff e quindi conserva ancora possibilità di contendere alle sue avversarie un posto in serie A. Ma se le cose dovessero andare storte ecco che ci potrebbe essere un elemento di scaramanzia al quale aggrapparsi dal prossimo agosto.



Leaderboard Derby 2019
Grafema