La sua SPAL torna a vincere a tre giornate di distanza dalla precedente e lo fa ancora una volta giocando bene e strappando applausi. Tra i tifosi in visibilio sugli spalti c’era anche quello che da un paio di mesi a questa parte è il tifoso biancoazzurro numero uno: Joe Tacopina. Con la solita verve e la solita carica positiva, queste sono le parole che ha rilasciato al termine della gara ai microfoni dei giornalisti riguardo la partita e molti altri temi caldi del mondo-SPAL.

[foto di Filippo Rubin]
PRIMO BILANCIO – “Sta andando alla grande, meglio anche delle mie aspettative. Vedo una squadra che dà sempre il massimo, combattiva e che non si tira indietro. Siamo partiti con aspettative di un certo tipo, ma ormai mi conoscete, io punto sempre a vincere e sono più che soddisfatto. Abbiamo raccolto ottimi risultati sinora, l’ultima giornata a Reggio Calabria non è andata come volevamo, ma penso che tutto sia utile come lezione per il futuro. Con il carattere dimostrato in queste prime cinque partite, sono sicuro che la squadra punterà a portare sempre a casa il risultato. Differenza tra casa e fuori casa? Si tratta di sole cinque partite, non penso sia il momento di lasciarsi andare a calcoli o bilanci particolari. La realtà ci dice che abbiamo fatto 7 punti in casa e 0 fuori, lasciamo questi discorsi al momento in cui la stagione sarà in fase più avanzata. Vinceremo altre gare in casa e arriveranno le vittorie in trasferta. Quello che posso dire è che giocare in casa davanti ai nostri tifosi è qualcosa di speciale perché ci sanno dare una motivazione che non ho mai provato prima. Una motivazione speciale ai giocatori, all’allenatore, a me. Giochiamo in dodici, come è scritto in curva“.

LA PARTITA – “La prima cosa che mi è piaciuta della SPAL di stasera sono i tre punti. Oltre il risultato, mi è piaciuta la risposta che la squadra ha dato dopo la sconfitta di sabato, il modo in cui sono riusciti a lasciarsi alle spalle le scorie della scorsa giornata e a tornare alla carica. Non era scontato, mi hanno impressionato. La risposta è la cosa più importante di stasera“.

PORTE APERTE – “La nostra intenzione è quella di iniziare presto, il prima possibile, già la prossima settimana se tutto va bene. Ho parlato con Pep (Clotet, ndr) e lo staff tecnico, sono e siamo pronti: è una questione di logistica, ma vogliamo farlo, è importante per me, per Pep, visto che è una sua idea, e lo è per tutti i nostri tifosi“.

STADIO – “La questione-stadio è l’unica che nelle mie cinque settimane di presidenza mi ha fatto arrabbiare, ma speriamo che a dicembre sia tutto definito e che possa essere aperto nella sua totalità. Chiaramente la gente vorrebbe essere qui ed è qui che dovrebbe essere: la squadra si merita il pieno appoggio di tutta la tifoseria quindi per me è importante risolvere la questione prima possibile e cercare di arrivare a dicembre con il Mazza al 100% della sua funzionalità”.

Infine una battuta sulla programmazione delle prossime settimane: “Come ben sapete, domani (mercoledì – ndr) farò ritorno negli Stati Uniti per almeno un paio di settimane. Ma avete il mio numero per qualsiasi cosa possa servirvi, ma penso che qui sarà tutto sotto controllo. Grazie a tutti e a presto. MAIAL AC SPAL!“.



Elite Division – leaderboard
Dinamica Media – leaderboard
MEIS – leaderboard
Dimedia – leaderboard
CFI – leaderboard