Al Via del Mare di Lecce una Primavera formato rullo compressore s’impone sui salentini con un rotondo 1-5. I ragazzi di Piccareta, partiti un po’ col freno a mano tirato, vanno sotto dopo neanche cento second, ma già prima del quarto d’ora di gioco riescono a rimettere il risultato a posto grazie a una bella triangolazione De Milato-Pinotti-De Milato. Da lì in poi la partita cambia completamente copione: i biancazzurri finiscono il primo tempo avanti 3-1 grazie ai gol di Campagna (cross di Saiani) e Pinotti (rigore procurato da Orfei) e poi nel secondo tempo si fanno bastare dieci minuti per chiudere definitivamente i giochi, massimizzando al meglio due contropiedi con D’Andrea e ancora Pinotti. Una curiosità: l’ultima volta che la Primavera della SPAL aveva fatto cinque reti era il 19 gennaio 2021, quando batté 0-5 il Frosinone in Coppa Italia. Anche allora segnò Pinotti.

Non può che essere soddisfatto del risultato mister Piccareta, che a fine partita commenta così la seconda vittoria di novembre dei suoi ragazzi: “La partita è iniziata nel peggiore dei modi perché quando finisci sotto dopo due minuti tutto quello che hai preparato viene subito messo in discussione. Ma prima del fischio d’inizio avevo detto ai ragazzi che un eventuale episodio negativo non avrebbe dovuto condizionare i novanta minuti, come successo in passato, ma avremmo dovuto continuare la nostra gara. Cosa che abbiamo fatto. Io credo che la soddisfazione maggiore oggi sia stata appunto la reazione al gol subito, perché abbiamo continuato a fare il gioco in cui crediamo e questo mi ha dimostrato che i ragazzi credono in quello che facciamo. La superiorità nel gioco si è poi tradotta in un risultato numericamente importante, e finalmente abbiamo segnato tanto! Aspettavamo i nostri attaccanti perché questa squadra ha sempre fatto bene il processo di costruzione fino alla trequarti avversaria, ma poi è sempre mancata la capacità di tradurre in rete tutto il lavoro. Dobbiamo ora fare tesoro di questa partita perché anche se avessimo pareggiato, oggi abbiamo comunque espresso il calcio che volevamo. Come dice Zeman, il risultato può essere casuale, la prestazione non lo è mai. Questi risultati aumentano la fiducia; la classifica in questo momento conta meno di zero, perché le cose cambiano nel giro di due/tre domeniche e noi stiamo facendo un percorso di crescita di squadra ma anche individuale”.

LINK: la classifica temporanea del campionato Primavera 1, via MondoPrimavera

La Primavera tornerà in campo sabato 27 novembre (ore 15) per affrontare il Sassuolo, che arriverà a Ferrara reduce da sei risultati utili consecutivi tra campionato e Coppa Italia.

Lecce-SPAL 1-5 (p.t. 1-3)

Lecce (4-3-3): Borbei; Lemmens, Hasic (dal 14′ s.t. Pascalau), Torok, Nizet; Gonzalez (dal 38′ s.t. Daka), Vulturar, Milli (dal 44′ p.t. Macrì); Salomaa (dal 14′ s.t. Scialanga), Burnete (dal 1′ s.t. Oltremarini), Mömmö. A disposizione: Bufano, Russo, Back, Dreier, Carrozzo, Coqu, Lippo. All. Grieco.

SPAL (4-2-3-1): Rigon; Forapani, Csinger, Abdalla, Saiani (dal 34′ s.t. Borsoi); De Milato (dal 25′ s.t. Simonetta), Roda; Orfei (dal 25′ s.t. Fiori), D’Andrea, Campagna (dal 34′ s.t. Fahad); Pinotti. A disposizione: Pezzolato, Bugaj, Biancheri, Puletto, Wilke Braams. All. Piccareta.

Arbitro: sig. Di Cicco di Lanciano (ass.ti. Pedone e Rispoli)
Marcatori: 2′ p.t. Mömmö (L), 14′ p.t. De Milato (S), 31′ p.t. Campagna (S), 34′ p.t. rig. Pinotti (S), 6′ s.t. D’Andrea (S), 10′ s.t. Pinotti (S).
Ammoniti: Vulturar (L), Pascalau (L), Forapani (S).
Note: mattina soleggiata; angoli: 8-4; recuperi: 2′ p.t., 4′ s.t.

Azioni salienti primo tempo:
2′ Lecce subito avanti grazie all’asse finlandese Salomaa-Mömmö: l’ala destra crossa sul secondo palo dove sbuca l’ala sinistra che anticipa Forapani e con un tocco di prima in area piccola batte Rigon.
7′ Ancora pericoloso il Lecce con Gonzalez che sugli sviluppi di un calcio d’angolo colpisce a botta sicura ma non inquadra lo specchio.
14′ Pareggia la SPAL! Pinotti, spalle alla porta, gira di prima un passaggio di De Milato verso lo stesso centrocampista che dal limite dell’area fulmina Borbei.
27′ Mömmö sfonda sulla sinistra e va al tiro da posizione molto defilata: Rigon copre il primo palo chiudendo in angolo.
29′ Uno scatenato Mömmö lascia partire un bolide in diagonale dall’angolo sinistro dell’area; palla fuori di un pelo.
31′ SPAL in vantaggio! Una percussione dei biancazzurri sul lato sinistro si conclude con un cross di Saiani al centro dell’area piccola dove Campagna, in acrobazia, indirizza il pallone in rete.
34′ 3-1 SPAL!!! Orfei si guadagna un calcio di rigore venendo atterrato dal portiere salentino dopo averlo saltato. Dal dischetto Pinotti sigla il suo primo gol stagionale.

Azioni salienti secondo tempo:
5′ Salomaa ci prova con un tiro velleitario da lontano: Rigon blocca senza problemi.
6′ Poker della SPAL!!! Il Lecce è posizionato male e D’Andrea chiude un rapido contropiede con un rasoterra velenoso dal limite dell’area.
10′ E sono cinque! Borbei salva come può sul tiro di Orfei ma Pinotti si avventa come un falco sulla palla rimasta lì e la mette nel sacco.
29′ Pinotti tenta la tripletta personale con un pallonetto dal limite ma la palla termina a lato.
33′ Campagna solo davanti al portiere calcia con troppa forza e il pallone vola sopra la traversa.

Lascia un commento