Continua inesorabile il digiuno di vittorie della SPAL, che nel recupero della 13^ giornata cade al Paolo Mazza contro la Fiorentina. I segnali incoraggianti arrivati nel confronto contro la Juventus sono rimasti tale, perché i viola allenati da Alberto Aquilani non hanno dovuto faticare più di tanto per portare a casa lo 0-2 impresso sul tabellino.

Il primo tempo è arido di emozioni ed occasioni, fino al vantaggio degli ospiti che arriva alla mezz’ora con Favasuli, bravo a eludere Pabai ed a infilare Rigon con un diagonale rasoterra. Se prima dello 0-1 la SPAL aveva timidamente tentato di rimanere in partita, dopo il gol i biancazzurri quasi spariscono dal campo. Nel secondo tempo il copione è lo stesso, con la Fiorentina che trova il raddoppio al decimo minuto e la SPAL che nonostante i cambi rimane priva del mordente necessario per tornare in partite. Alla luce di un solo punto conquistato nelle ultime otto partite la classifica continua a rimanere altamente preoccupante: penultimo posto a quota 15 punti, 3 dal Lecce, ultima squadra salva, con Empoli e Bologna a frapporsi fra le due formazioni, e con il solo fanalino Pescara alle spalle.

LINK: la situazione nel campionato di Primavera1, via MondoPrimavera

Al termine della partita, mister Paolo Mandelli punta il dito contro l’aspetto mentale della sua squadra: “È sicuramente un passo indietro rispetto a domenica. La squadra non ha giocato come piace a me e ci è mancato qualcosa, anche se a dirla tutta non siamo stati dominati dall’avversario. Nel conto delle occasioni create non abbiamo concesso così tanto, loro sono stati bravi a sfruttare i momenti giusti, pur non avendo prodotto tanto nel complesso. Dovremo togliere quel freno a mano che oggi sembravamo avere soprattutto in fase offensiva, ma soprattutto dovremo curare l’aspetto mentale: vorrei vedere un squadra con più convinzione e coraggio, che oggi ci sono mancati forse anche a causa della stanchezza. Tutti questi incontri ravvicinati non ti permettono né di recuperare né di allenarti come si deve”.

E a proposito di impegni, domenica i biancazzurri torneranno in campo alle ore 15 in casa della Sampdoria: “Ci sarà da correggere qualcosa a livello tattico. Dobbiamo trovare un’organizzazione che aiuti i ragazzi a rendere al meglio. Bisognerà fare in modo di creare i presupposti giusti per giocare tutte le partite da qua alla fine potendole vincere, già a partire da domenica. Dal punto di vista mentale è sicuramente positivo tornare in campo subito dopo questa sconfitta; dal punto di vista fisico un po’ meno, dato che loro avranno riposato mentre noi saremo alla quinta partita nel giro di pochi giorni e febbraio sarà un mese pieno di impegni”.

SPAL-Fiorentina 0-2 (pt 0-1)

SPAL (4231): Rigon; Pabai, Nador, Csinger, Yabre; Mihai (dal 1’ s.t. Forapani), Simonetta (dal 1’ s.t. Roda); Dell’Aquila (dal 15’ s.t. Orfei), Martini (dal 29’ s.t. Boccia), Noireau Dauriat (dal 40’ s.t. Fiori); Wilke Braams. A disp.: Magri, Bugaj, Borsoi, Saio, Valdesi, Breit, Sperti. All.: Mandelli.

Fiorentina (4231): Andonov; Kayode, Koffi (dal 42’ s.t. Biagetti), Romani, Favasuli; Bianco, Corradini; Capasso (dal 36’ s.t. Neri), Agostinelli (dal 3’ s.t. David), Seck (dal 42’ s.t. Larsen); Toci (dal 36’ s.t. Gori). A disp.: Fogli, Dainelli, Elia, Egharevba, Aprili, Presta, Cellai. All.: Aquilani.

Arbitro: sig. Sfira di Pordenone (ass.ti Colaianni e Fumarulo).
RETI: 32’ p.t. Favasuli (F), 10’ s.t. Seck (F).
Ammoniti: Mihai (S), Agostinelli (F), Roda (S).
Note: giornata soleggiata, campo in buone condizioni. Angoli: 3-3. Recuperi: 1‘ p.t., 5‘ s.t..

Azioni salienti 1° tempo
18’ Primo tiro in porta della partita. Dell’Aquila fa correre Pabai che salta un uomo e cerca di nuovo il compagno con il cross: di testa, pericoloso, mette in angolo Andonov.
31’ Prima occasione che per la Fiorentina: Agostinelli trova il fondo e cerca un tiro-cross su cui smanaccia Rigon.
32’ Vantaggio Fiorentina. Sugli sviluppi del corner prima Rigon chiude la porta a Toci, poi il pallone arriva a Favasuli che dal lato destro dell’area rientra e piazza a giro sul secondo palo. 0-1.
35’ Tentativo di reazione della SPAL: conclusione senza pretese di Martini, centrale, facile per Andonov.
38’ Lancio lungo per Toci che si libera di Csinger e prova la conclusione: respinge Rigon.

Azioni salienti 2° tempo
5’ Prima azione concreta del secondo tempo: Dell’Aquila si accentra e cerca il sinistro a giro, centrale.
10’ Raddoppio della Fiorentina. Capasso raccoglie palla in area e prova a concludere, sulla respinta di Rigon arriva per primo Seck che fa 0-2 con un tap-in facile.
19’ Occasione SPAL. Punizione battuta da Roda e allontanata dalla difesa viola: Forapani prova al volo con una conclusione non facile per Andonov che respinge.
28’ Buon ingresso da sinistra di Noireau-Dauriat che salta due uomini e appoggia per Forapani, il cui tiro però è tutt’altro che pericoloso
32’ Vicina al gol la SPAL. Calcio di punizione battuto da Roda a cercare la testa di Csinger: esce di pochissimo il tocco del centrale biancazzurro.



Dinamica Media – leaderboard
Elite Division – leaderboard
Dimedia – leaderboard
CFI – leaderboard
MEIS – leaderboard