La sfida contro un Empoli impantanato nei bassifondi della classifica poteva essere l’occasione giusta per la SPAL di dare una svolta alla sua stagione, ma ancora una volta per i biancazzurri è arrivata una sconfitta, l’undicesima in venti partite. I toscani si sono aggiudicati una partita brutta e con pochi sussulti.

I primi quarantacinque minuti scorrono senza alcun vero tentativo pericoloso da parte di entrambe le squadre, con la SPAL che ci prova in un paio di occasioni ma senza mai centrare nemmeno lo specchio della porta. Nella seconda frazione l’Empoli cresce per gioco ed intensità e trova il vantaggio alla mezz’ora con Degli Innocenti, anche se è ampiamente complice Csinger con un autentico regalo al centrocampista empolese. La reazione della SPAL è totalmente assente e l’Empoli trova anche il raddoppio a meno di dieci dal termine con Kaczmarski.

La SPAL è sembrata veramente disarmata contro un Empoli che, campione d’Italia in carica, è riuscito a farsi preferire soprattutto per il carattere messo in campo nel secondo tempo. La classifica continua a preoccupare fortemente e il cambio di marcia è a questo punto obbligato se si vuole tentare di mantenere la categoria. Il prossimo impegno dei biancazzurri sarà in Coppa Italia Primavera, mercoledì 23 febbraio in casa della Fiorentina, ore 14:30.

Così mister Mandelli nel postpartita: “Sicuramente è una sconfitta pesante perché sapevamo l’importanza di questa partita. Nei primi venti minuti la squadra sembrava in salute e che stesse anche giostrando bene la palla. C’erano delle delle buone linee di gioco e stavamo trovando la strada giusta per poter essere pericolosi cercando di arrivare al gol. Poi ci siamo un po’ spenti ed è stato smarrito l’equilibrio. Sicuramente nel secondo tempo c’è stato un calo, soprattutto fisico, che abbiamo pagato poi con un episodio che è pesato molto. In questo momento un piccolo errore può far cadere in una buca. Però è anche vero che può essere un motivo di crescita per loro per aiutarli a superare questi momenti che durante una carriera o una partita possono capitare“.

Queste non sono situazioni facili da gestire neanche per i professionisti, figurarsi per i ragazzi. In un momento come questo dove proveniamo da tre-quattro settimane in cui giochiamo ogni due-tre giorni è normale che l’aspetto mentale incida anche sull’aspetto fisico. Durante una partita del genere se hai un episodio favorevole tiri anche fuori energie che non pensavi di avere e difendi il risultato mentre se vai in svantaggio quel poco di energie che ti erano rimaste le esaurisci rapidamente. Sicuramente però è un aspetto che, sia a livello individuale che a livello di squadra, si tramuta in esperienza che possa servire a loro per poter crescere“.

LINK: la classifica temporanea del campionato Primavera 1, via MondoPrimavera

SPAL-Empoli 0-2 (pt 0-0)

SPAL (343): Rigon; Saio (dal 29’ s.t. Noireau Dauriat), Nador, Csinger; Forapani, Martini (dal 18’ s.t. Markhiyev), Mihai, Yabre (dal 18’ s.t. Valdesi); Orfei (dal 42’ s.t. Fiori), Traorè (dal 18’ s.t. Wilke Braams), Boccia. A disp.: Magri, Borsoi, Simonetta, De Milato, Breit. All.: Mandelli.

Empoli (451): Biagini; Boli, Dragoner, Evangelisti, Rizza; Rossi (dal 21′ s.t. Renzi), Kaczmarski (dal 39′ Ignacchiti), Degli Innocenti, Fazzini, Fini (dal 21′ s.t. Peralta); Lozza (dal 34′ s.t. Magazzu). A disp.: Fantoni, Guarino, Heimisson, Panicucci, Indragoli, Barsi, Filì, Bonassi. All.: Buscè

Arbitro: sig. Di Marco di Ciampino (ass.ti Asciamprener Ranieri e Fiore).
Marcatori: 26’ s.t. Degli Innocenti (E), 37’ s.t. Kaczmarski (E).
Ammoniti: Martini (S), Orfei (S), Saio (S), Boli (E).
Note: giornata nuvolosa, campo in buone condizioni. Espulso al 38’ s.t. Alessio Pugliese, collaboratore di Mandelli. Angoli: 2-1. Recuperi: 0′ p.t., 4′ s.t.

Azioni salienti primo tempo:
9′ La prima azione del match è ad opera della SPAL con Yabre che in corsa serve Orfei. La conclusione del centrocampista, decisamente imprecisa, oltrepassa la traversa.
19′ I biancazzurri continuano a provarci con Yabre che calcia un missile da fuori area. Il lancio finisce alto alla sinistra di Biagini.
21′ Sugli sviluppi di un calcio di punizione realizzato da Mihai, Nador intercetta il pallone ma non regola la potenza e lo fa terminare all’esterno.
45′ Calcio di punizione per la SPAL realizzato da Martini che trova pienamente la barriera. Arriva il solito Yabre che conclude nuovamente alto sopra la traversa.

Azioni salienti secondo tempo:
4’ Cross pericoloso di Fini che si impenna: arriva Rizza di testa che prova a concludere, tra le braccia di Rigon.
12’ Contropiede Empoli: apertura veloce per Rizza che punta la porta dalla corsia mancina, il suo tiro trova però soltanto l’esterno della rete.
15’ Occasione Empoli: tutto nasce dalla rimessa laterale che smarca Kaczmarski, il cui tentativo a botta sicura da distanza ravvicinata è intercettato fortunosamente da Saio.
23’ Incursione di Evangelisti che si fa tutto il campo arrivando al limite dell’area: prova anche la conclusione il centrale ospite trovando la risposta di Rigon che mette in angolo.
26’ Vantaggio Empoli. Erroraccio di Csinger che regala palla agli avversari: tutto facile per Degli Innocenti che se la porta sul sinistro e trafigge Rigon incrociando il tiro. 0-1.
37’ Raddoppio dell’Empoli. Degli Innocenti fa partire l’azione da sinistra, cross basso per Magazzu che dall’altro lato ripropone in mezzo: Kaczmarski tutto solo da due passi colpisce male ma segna comunque il 2-0 per i suoi.
46’ Continua a provarci l’Empoli, questa volta con Boli che salta tre avversari, si accentra, poi è impreciso con il sinistro a giro sul secondo palo che esce di poco.

 

ha collaborato Alessia Pandini



Dinamica Media – leaderboard
Elite Division – leaderboard
Dimedia – leaderboard
CFI – leaderboard
MEIS – leaderboard