Il paziente è stabile, ma non migliora. Si può riassumere così il finale di stagione di una SPAL che non riesce a vincere da ben 15 giornate e che nel 23° turno di campionato, sul campo del Genoa, ha portato a casa il quinto pareggio del 2022. Un risultato che lascia la squadra al penultimo posto in classifica a preoccupante distanza (-5) dal Bologna, il primo degli avversari che andrebbero agganciati per disputare quantomeno il playout.

La partita giocata al “Begato” è brutta e arida per i primi 45 minuti, che diventano degni di nota solo per il vantaggio del Genoa che arriva con la stoccata di Macca dopo un’azione partita da un troppo solo Kallon. Il secondo tempo ha qualcosa in più da dire con il Genoa che va due volte vicinissimo al raddoppio e la SPAL costretta ad aggrapparsi a due miracoli difensivi. A sette minuti dal termine Puletto si guadagna e calcia il rigore del pareggio con grande personalità, portando il risultato sull’1-1. Il finale è agonismo e frenesia di una SPAL che ci prova con la forza della disperazione, ma non riesce a portare a casa il bottino pieno.

Mastica amaro mister Mandelli, per una prestazione e una partita di cui è nel complesso soddisfatto: “Diciamo che sono contento, anche se è logico che il risultato ci va un po’ stretto, considerando anche il nostro momento e la nostra classifica. I tre punti sarebbero stati ossigeno puro e i ragazzi se li sarebbero meritati per la partita che hanno fatto. Mi sono piaciuti, anche se sono stati commessi degli errori e anche se abbiamo giocato un po’ a tratti. Posso dire di aver visto una squadra viva, che ha creato, ha giocato, ci ha creduto fino alla fine. C’è stato anche l’episodio nel finale che sarebbe stato il coronamento per un inseguimento durato da metà primo tempo, ma purtroppo non siamo riusciti a capitalizzare”.

“Sono molto orgoglioso di quello che i ragazzi stanno facendo. In tante delle ultime prestazioni avrebbero meritato di più. Ci sta capitando spesso di subire gol a distanza ravvicinata o all’ultimo secondo, gol che ti fanno sfuggire la vittoria per poco. Per la situazione in cui siamo in classifica sono orgoglioso di vedere ragazzi che non mollano e che vogliono vincere. Spero e mi auguro che alla fine vengano premiati per questa loro perseveranza”.

LINK: la classifica temporanea del campionato Primavera 1, via MondoPrimavera

Genoa-SPAL 1-1 (pt 1-0)

Genoa (352): Mitrovic; Marcandalli (dal 17’ s.t. Nesci), Bolcano, Calvani; Losomba, Macca (dal 45’ s.t. Bamba), Palella, Cenci, Parodi; Kallon (dal 17’ s.t. Ambrosini), Bornosuzov (dal 45’ s.t. Accornero). A disp.: Corci, Ascioti, Biaggi, Petrella, Fini, Mosole. All.: Chiappino.

SPAL (4231): Magri; Bugaj, Csinger, Nador, Yabre (dal 24’ s.t. Saiani); Martini (dal 42’ s.t. De Milato), Mihai (dal 24’ s.t. Meneghini); Orfei (dal 24’ s.t. Semenza), Puletto, Boccia; Wilke Braams (dal 24’ s.t. Traorè). A disp.: Pezzolato, Borsoi, Saio, Forapani, Simonetta, Roda, Sperti. All.: Mandelli.

Arbitro: sig. Canci di Carrara (ass.ti Ravera e Conti).
RETI: 13’ p.t. Macca (G), rig. 37’ s.t. rig. Puletto (S).
Ammoniti: Nador (S), Macca (G), Cenci (G).
Note: giornata soleggiata, campo in sintetico. Angoli: 3-6. Recuperi: 1’ p.t., 4’ s.t..

Azioni salienti 1° tempo:
13’ Vantaggio Genoa. Kallon lavora benissimo il pallone al limite dell’area, allarga a sinistra per Parodi che mette il cross di prima: puntuale di testa Macca, 1-0.
23’ Grande occasione per la SPAL. Triangolo Puletto-Wilke-Yabre con quest’ultimo murato da Mitrovic a tu per tu. Segnalato però il fuorigioco del terzino biancazzurro.

Azioni salienti 2° tempo:
7’ Primo brivido difensivo della ripresa per la SPAL. Sponda di Kallon per Parodi: conclusione mancina dell’esterno rossoblù che esce non di molto sopra la traversa.
12’ Ci prova Boccia sugli sviluppi di corner: destro da fuori bloccato facilmente da Mitrovic.
19’ Occasione Genoa. Nesci, appena entrato, raccoglie un pallone sul secondo palo e prova a botta sicura: sulla linea salva la difesa della SPAL.
25’ Altra grande occasione per il Genoa. Inserimento di Macca a centro area con battuta al volo: grande risposta di Magri che evita il 2-0.
35’ Rigore per la SPAL! Cross basso di Saiani, Puletto arriva prima di Macca che è troppo irruento.
37’ PAREGGIO DELLA SPAL! Lo stesso Puletto si incarica della battuta e realizza con un delizioso cucchiaio spiazzando Mitrovic. 1-1.



Dinamica Media – leaderboard
MEIS – leaderboard
Dimedia – leaderboard
Elite Division – leaderboard
CFI – leaderboard