Ai tempi dell’ultima Viareggio Cup la SPAL era in serie A, occupava il 15° posto in classifica ed era reduce da una bellissima vittoria per 2-1 sulla Roma grazie ai gol di Fares e Petagna. Era il marzo 2019 e il mondo doveva ancora essere stravolto dalla pandemia globale.

A tre anni di distanza il prestigioso torneo giovanile internazionale torna a essere disputato, con le prime partite in programma mercoledì 16 marzo. La SPAL parteciperà per la quarta volta nella sua storia e lo farà con la formazione Under 18, visto che il regolamento della competizione prevede che le squadre possano schierare calciatori nati dopo il 1 gennaio 2004 con l’eccezione di tre fuori quota nati nel 2003.

La SPAL, allenata da Massimo Pedriali, è stata inserita nel gruppo 3 insieme a Genoa, U.Y.S.S. New York e Pontedera. Il calendario dei biancazzurri prevede i seguenti impegni:

La prima partita verrà giocata allo stadio “Mannucci” di Pontedera, la seconda al Comunale di Porcari (Lucca) e la terza allo stadio Paolo Mazza di Ferrara, per quello che sarà una sorta di derby per il newyorkese Joe Tacopina.

Con 24 squadre distribuite su 6 gironi a qualificarsi agli ottavi di finale saranno le prime due classificate di ciascun gruppo e le quattro migliori terze.

Per quanto riguarda l’organico, la SPAL ha fatto sapere di aver aggregato due soli fuori quota. Si tratta dell’esterno d’attacco Simone D’Uffizzi, tre presenze quest’anno con la Viterbese in serie C, e della punta centrale Alessio Vrioni, proveniente dalla Ancona Matelica in cui ha già giocato otto volte, nonostante l’età, e confezionando un assist.

Andranno a rinforzare una SPAL composta da interessanti prospetti dell’annata 2004, che attualmente ricopre la seconda posizione in classifica nel campionato U18 dietro alla Roma. La stagione dei biancazzurri era iniziata sotto la guida di Paolo Mandelli, ma le vicende sfortunate della squadra Primavera hanno portato alla promozione del tecnico sulla panchina della formazione di punta del vivaio, con la conseguente gestione dell’Under 18 affidata al vice Pedriali. La stessa promozione in Primavera di diversi calciatori importanti della rosa, come ad esempio Puletto, Saiani, Martini, Valdesi, Bugaj, ha inevitabilmente fatto calare negli ultimi tempi il rendimento della squadra, che resta comunque di buonissimo livello.

Davanti al portiere Abati, mister Pedriali solitamente schiera una linea a quattro che di recente ha subito qualche gol di troppo, poi tre centrocampist i- dove spicca la corsa e la qualità di Cotigliano – e tre attaccanti, che nell’ultimo impegno sono stati Dell’Aquila, Chillemi e Semenza. Un trio offensivo, unito alla buona identità raggiunta dal gruppo, che potrà sicuramente dire la sua in una vetrina affascinante come quella della Viareggio Cup, da sempre palcoscenico e rampa di lancio per i campioni del futuro.



Dinamica Media – leaderboard
MEIS – leaderboard
Dimedia – leaderboard
Elite Division – leaderboard
CFI – leaderboard