Forse c’è ancora un po’ di speranza per la SPAL Primavera. La formazione di mister Mandelli è finalmente riuscita a spezzare un digiuno da vittorie in campionato che durava dallo scorso 21 novembre, per un totale di 16 partite (6 pareggi, 10 sconfitte). Ci è voluto un altro incrocio col Lecce, battuto 1-5 all’andata, per riportare il sorriso sul volto dei giovani biancazzurri, che ora hanno 8 gare per fare la corsa proprio sui salentini per un posto ai playout. Non sarà facile, ma chissà che il risultato colto al Paolo Mazza non sia in grado di dare una spinta decisiva almeno per evitare la retrocessione diretta. Tra le note liete di giornata anche il ritorno in campo di Ellertsson a distanza da oltre quattro mesi dall’infortunio che lo aveva colpito a fine 2021.

LINK: La classifica provvisoria del campionato Primavera 1, via MondoPrimavera

La partita è stata indirizzata molto presto da un bellissimo gol di Puletto, abile a infilare Borbei da fuori area grazie ad uno schema ben riuscito da azione da calcio d’angolo. Il Lecce ha rischiato seriamente di pareggiare con un’efficace azione rifinita da un cross di Nizet e conclusa da un colpo di testa in avvitamento di Daka, con la palla finita sul fondo. Il raddoppio spallino è arrivato grazie ad un autogol di Hasic su un cross teso di Borsoi dal fronte sinistro. La risposta del Lecce si è invece fermata sulla traversa colpita da Gonzalez, complice anche una deviazione provvidenziale del portiere Magri.

Paolo Mandelli ha commentato così la sua prima vittoria da allenatore della Primavera: “La SPAL è viva e questa vittoria ci mancava. Siamo andati molti vicini in parecchie partite precedenti e ci è sfuggita qualche volta all’ultimo minuto. I ragazzi ci tenevano a tornare alla vittoria per il gusto di assaporare di nuovo i tre punti. Sono molto contento per loro e credo che sia stata fatta una buona prestazione, specialmente nei primi venticinque minuti. Poi, forse non essendo troppo abituati ad essere in vantaggio, ci è venuta un po’ di smania di finire la partita al più presto e abbiamo sbagliato qualcosina. Credo che alla fine abbiamo portato a casa tre punti meritatamente. La rotazione dei ragazzi sarà importante in vista dei prossimi incontri. Nell’ultimo mese abbiamo giocato dieci partite e praticamente c’è poco spazio per allenarsi mentre ce n’è molto per giocare. Dobbiamo essere bravi a livello mentale. Giocheremo partita su partita e vedremo di toglierci delle soddisfazioni il più possibile“.

Il prossimo impegno vedrà i biancazzurri impegnati sul campo del Sassuolo sabato 9 aprile alle ore 17. Il finale di campionato si annuncia da brividi, con match casalinghi contro Milan, Roma, Atalanta e Napoli e trasferte sui campi di Fiorentina, Inter e Juventus.

SPAL-Lecce 2-0 (p.t. 2-0)

SPAL (4-3-3): Magri; Bugaj, Csinger, Nador, Borsoi (dal 27′ s.t. Yabre); Boccia (dal 18′ s.t. Ellertsson), Sperti, Meneghini; Puletto (dal 27′ s.t. De Milato), Wilke Braams, Orfei (dal 18′ s.t. Noireau-Dauriat). A disp.: Rigon, Saio, Forapani, Simonetta, Fiori, Breit, Traore, Mihai. All.: Mandelli.

Lecce (4-3-3): Borbei; Lemmenz, Pascalu, Hasic, Nizet; Gonzalez (37′ s.t. Been), Vulturar (dal 30′ s.t. Macri), Mommo (dal 30′ s.t. Scialanga); Daka (dal 13′ s.t. Salomaa), Carrozzo (dal 13′ s.t. Burnete), Berisha. A disp.: Samooja, Bufano, Russo, Haakmat, Dreier, Torok. All.: Grieco.

Arbitro: sig. Rinaldi (ass.ti Ceolin e Munerati)
Marcatori: 4′ Puletto (S), 23′ aut. Hasic (S)
Ammoniti: Vulturar (L), Borsoi (S), Sperti (S), Magri (S).
Note: Primo tempo soleggiato e nel secondo piovoso, campo in buone condizioni.
Angoli: 7-8. Recuperi: 1′ p.t., 4′ s.t.

Azioni salienti primo tempo:
4′ GOL DELLA SPAL! La prima azione pericolosa del match si tramuta in vantaggio per gli spallini. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo parte uno schema ben costruito in cui Puletto, che si trova libero fuori area, riceve e con un destro insacca sotto la traversa senza che Borbei possa intervenire.
8′ Prima occasione per il Lecce con Nizet arriva sul fondo e scarica a Daka che si trova in area. L’attaccante prova l’inserimento di testa, da solo davanti a Magri, ma non angola bene la palla che finisce oltre il primo palo.
21′ Calcio di punizione per la SPAL. Puletto finta e sul pallone arriva Sperti che centra la porta. Borbei si distende e blocca.
23′ GOL DELLA SPAL! Autogol del Lecce con Hasic che, su un inserimento interessante di Borsoi proveniente dalla sinistra, anticipa tutti colpendo di testa per spazzare via, ma trova la sua porta.
31′ Contropiede del Lecce: Gonzalez scarica per Mommo che dal limite tira leggermente alto sopra la traversa. Magri tocca e manda in calcio d’angolo.
38′ Si dispera Gonzalez che, dopo un’ottima azione personale, fa partire un destro ben piazzato che però trova in pieno la traversa. La palla rimane in campo e ci prova Daka con il destro a concludere l’azione, ma Csinger spazza via.

Azioni salienti del secondo tempo:
7′ s.t. Inserimento di Sperti dalla sinistra, si alza Csinger di testa trovando Nador. Il centrale spallino insacca in porta, ma si alza la bandierina del fuorigioco.
24′ s.t. La SPAL prova a chiudere la partita con Bugaj che scaglia un sinistro dal limite. Borbei, posizionato centralmente, blocca.
38′ s.t. Buon suggerimento di Noireau-Dauriat per Sperti che cerca nuovamente la porta. Buona la conclusione del centrocampista, il portiere leccese si distende e allontana.
45’+1′ s.t. Ci riprova il Lecce con Nizet in area. Il terzino prova far rimbalzare la palla ma poi va a vuoto. Burnete lì vicino fa un sombrero e prova a concludere. Il tiro decisamente troppo debole ed impreciso finisce oltre il secondo palo.
45’+3′ s.t. Azione personale di Noireau-Dauriat che da metà campo arriva in prossimità del limite e sferra un destro potentissimo. Borbei ci mette il guantone e riesce a neutralizzare l’azione.



Dimedia – leaderboard
Dinamica Media – leaderboard
Elite Division – leaderboard
MEIS – leaderboard
CFI – leaderboard