Il neo direttore tecnico Fabio Lupo ha fatto un’inaspettata comparsa in sala stampa al centro Gibì Fabbri precedendo la conferenza di mister VenturatoVenturato prima della partenza per Mezzana: “Iniziamo con umiltà e senza proclami” per presentare in via ufficiale la sua squadra di collaboratori.

da sx: Pizzoli, Ortoli, Lupo e Donatelli / foto ufficio stampa SPAL

Per fare una squadra forte in campo, serve avere una squadra forte intorno al campo. In una società ben organizzata come è la SPAL andavano secondo me rafforzate le aree che si trovano più a diretto contatto con la squadra e a supporto dell’allenatore. Secondo me si doveva provare a fare un salto di qualità ulteriore senza alcuna critica a chi c’è stato prima di me. Così, sin dai primi contatti che ho avuto con la società, ho chiesto di poter portare persone competenti e di fiducia: sottolineo questo aspetto perché, ahimè, il binomio fiducia-competenza non è scontato. Il rapporto personale che ho con questi professionisti è poi ovviamente un valore aggiunto. La domanda che ci si può porre vedendo un gruppo così ampio è sicuramente come sarà possibile suddividere ruoli e compiti. Ho lavorato con ognuno di loro, anche se non tutti e tre contemporaneamente o in un unico club, in varie stagioni e so esattamente cosa ognuno di loro può darmi nello specifico. Il nostro rapporto interpersonale e i ruoli che nello nostre carriere abbiamo ricoperto ci pongono su uno stesso livello di interlocuzione, ma ovviamente il ruolo di responsabilità è il mio in quanto direttore tecnico del club”.

Ognuno di noi, per capacità e per esperienza di leadership potrebbe tranquillamente ricoprire il ruolo dell’uno o dell’altro, ma per darvi dei riferimenti io ricoprirò il ruolo apicale di direttore tecnico, Mario Donatelli sarà il responsabile dell’area tecnica; Armando Ortoli sarà il direttore sportivo vero e proprio e quindi nel quotidiano sarà sicuramente la figura che più di tutti sarà vicina alla squadra e infine Alessandro Pizzoli è il nuovo responsabile dell’area scouting. Ricordiamolo, lo scouting è un settore che io, i miei collaboratori e tutta la società hanno molto a cuore“.

Donatelli ha un lungo curriculum da direttore sportivo. Ha lavorato nel settore giovanile del Genoa fino al 2012, dove ha lanciato giocatori del calibro di Perin e El Sharaawy. Nel 2017 è tornato in rossoblù per affiancare Giorgio Perinetti. Ha anche lavorato alla Roma al fianco di Walter Sabatini. Ortoli ha lavorato in diverse realtà: Palermo (con Rino Foschi), Ascoli, Frosinone (per quattro anni), Catanzaro (altri tre) e quindi Venezia dove ha lavorato con Lupo. Nella scorsa stagione ha collaborato col Cittadella. Pizzoli invece può vantare esperienze con Atalanta, Sampdoria e Chelsea nell’anno in cui i blues hanno alzato la Champions League con Thomas Tuchel in panchina. Dei tre è l’unico a non condividere la provenienza geografica con Fabio Lupo. Infatti Donatelli e Ortoli sono entrambi nativi di Pescara.



Dinamica Media – leaderboard
Dimedia – leaderboard
MEIS – leaderboard
CFI – leaderboard
Elite Division – leaderboard