leaderboard myes

Giunti approssimativamente al 50% della stagione è il momento di dare un’occhiata alle vicende dei tanti calciatori che hanno temporaneamente lasciato la SPAL in prestito. In questo articolo prendiamo in esame gli elementi da considerare senior, ossia già nel giro della prima squadra o non più inquadrabili nel settore giovanile nell’attuale stagione. A parte invece analizziamo l’andamento dei giovani nati dal 2003 in poi.

LUDOVICO D’ORAZIO
Attaccante (2000), in prestito alla FeralpiSalò (Serie C, girone A), 19 presenze, 623 minuti di gioco, 2 gol

Acquistato dopo un’ottima prima stagione da professionista in serie C per essere utilizzato da esterno alto nel 433 di Pep Clotet, D’Orazio ha fatto ritorno proprio alla FeralpiSalò per giocare con maggiore continuità e trovare un contesto tattico più adatto alle sue caratteristiche. Attualmente rientra costantemente nelle rotazioni di mister Vecchi pur non rappresentando un’assoluta prima scelta, date le sole 5 occasioni in cui è partito nell’undici titolare (4 in campionato, 1 in Coppa Italia Serie C), giocando prevalentemente come esterno sinistro d’attacco o come seconda punta, i ruoli a lui più congeniali. La FeralpiSalò guida l’agguerritissimo girone A della Serie C e si è finora affermata come squadra molto solida dal punto di vista difensivo, peccando però di peso davanti. D’Orazio si è comunque messo in mostra segnando 2 reti (una in campionato decisiva nello scontro di vertice contro il Pordenone) e fornendo un assist: un bottino non entusiasmante per un attaccante, ma in linea con quanto raccolto nella prima metà della sua precedente esperienza con la maglia dei gardesani.

DANIEL DUMBRAVANU
Difensore (2001), in prestito all’APOEL Nicosia (massima serie Cipro), 0 presenze

Arrivato in estate da svincolato dal Genoa e subito girato in prestito alla squadra cipriota il moldavo conferma il suo status di oggetto misterioso. Il gigante difensore centrale classe 2001 sembra non essere riuscito ad imporsi in un campionato non esattamente competitivo come quello di Cipro e ha alternato partite in cui non è nemmeno stato convocato ad altre in cui ha guardato i suoi compagni per tutti i 90 minuti di gioco. Nella stagione 2020/21 si era fatto notare nel campionato Primavera 1 con la maglia del Genoa, tanto da guadagnarsi diverse convocazioni in prima squadra in serie A e una presenza da titolare allo Juventus Stadium in Coppa Italia. Nella stagione successiva è stato spedito a fare esperienza in serie C con la Lucchese, dove ha raccolto 16 presenze (9 da titolare, 7 da subentrato) e altre 15 convocazioni senza però entrare in campo. Vista la situazione è logico aspettarsi una ricollocazione per tentare di dare continuità di percorso di crescita ad un giovane su cui Lupo e collaboratori sembrano aver riposto fiducia.

NICCOLÓ BELLUCCI
Difensore (2001), in prestito all’Alessandria (serie C, girone B), 8 presenze, 553 minuti di gioco
Transitato per la SPAL per soltanto un giorno, Bellucci è stato prelevato in estate dal Teramo, con cui ha collezionato quindici presenze in serie C, e subito rigirato in terza serie all’Alessandria, militante nel girone B. Nella difesa dei grigi però, nonostante il forte ricambio di giocatori avvenuto in estate, Bellucci sta faticando a trovare spazio. Inizialmente penalizzato dal modulo, con la difesa a tre che vedeva in campo il trio Rota, Sini, Baldi, anche con il passaggio alla difesa a quattro attuato da mister Rebuffi le cose non sono cambiate. La coppia di centrali è stata infatti quasi sempre rappresentata dallo stesso Sini e da Checchi, che hanno concesso solamente le briciole al classe 2001, protagonista di tre sole apparizioni da titolare, l’ultima lo scorso 8 gennaio. Sempre titolare invece in Coppa Italia serie C, con 276 minuti in tre partite (supplementari contro la Pro Patria compresi).

MARCO MENEGHETTI
Portiere (2001), in prestito al Gubbio (Serie C, Girone B), 6 presenze, 536 minuti di gioco, 10 reti subite, 1 clean sheet

Il giovane portiere ha fatto ritorno in Umbria per un’altra stagione per avere l’opportunità di rientrare almeno tra le prime due scelte per il ruolo. Esattamente come lo scorso anno Meneghetti si è ritrovato a ricoprire il ruolo di dodicesimo in favore stavolta del ben più esperto Di Gennaro che si sta rivelando una vera e propria certezza. A oggi ha raccolto infatti sole 6 presenze, di cui 3 in Coppa Italia Serie C, in cui riveste il ruolo di portiere titolare e ha saputo tenere in una occasione la porta inviolata. Un’opportunità è arrivata a gennaio con l’espulsione di Di Gennaro nella partita contro il Montevarchi, che ha portato Meneghetti a fare il titolare nel match interno dell’8 gennaio con la Fermana. Le cose non sono andate benissimo, perché il Gubbio ha incassato tre gol e il giovane portiere non è sembrato proprio impeccabile. Il Gubbio è attualmente al terzo posto del girone B e data la sicurezza mostrata dall’attuale titolare è difficile immaginare il più classico dei ribaltoni: anche per questo, stando ad alcune fonti vicine alla società umbra, negli ultimi giorni si vocifera di un possibile ritorno di Meneghetti alla SPAL e conseguente nuovo prestito.

STEVEN NADOR
Difensore (2002), in prestito al Montevarchi (serie C, girone B), 21 presenze, 1718 minuti di gioco, 1 assist
Titolare inamovibile in casa Montevarchi, Nador è uno dei giocatori apparsi più pronti già dallo scorso campionato Primavera, anche grazie all’anno di nascita che ne faceva uno dei fuori quota della formazione estense. Dopo le svariate convocazioni in prima squadra, con tanto di esordio in serie B (Cremonese-SPAL 1-1 del 7 novembre 2021), per il centrale tedesco di passaporto togolese la prima stagione in prestito è stata fino a questo momento molto positiva a livello personale. In campionato è subentrato in sole due occasioni, ne ha saltate altrettante (una per squalifica ed una per impegni con la nazionale), ma per il resto Nador è sempre entrato in campo dal primo minuto. Ciò che va sottolineato è lo schieramento in campo del classe 2002: difensore centrale di ruolo, Nador è stato spesso schierato come mediano davanti alla difesa in un 433 che lo ha visto perno fondamentale del centrocampo dei toscani. Indipendentemente dal modulo, spesso variato nel corso della stagione, Nador ha comunque mantenuto il suo posto da titolare, che fosse al centro della difesa, davanti alla stessa o come centrocampista centrale.

CESARE GALEOTTI
Portiere (2002), in prestito al Rimini (Serie C, girone B), 11 presenze, 1020 minuti di gioco, 11 reti subite, 2 clean sheet

In un Rimini in piena lotta per un posto ai playoff del girone B di serie C, il portiere che difese i pali della Primavera allenata da Scurto è tenuto in ampia considerazione da mister Gaburro che lo ha alternato regolarmente con il più esperto Zaccagno. Scelto come titolare in tutte le partite di Coppa Italia serie C, in cui ha ben figurato contro Ancona, Cesena e Vicenza agli ottavi (con il Rimini sconfitto ai calci di rigore), in campionato ha dovuto fare i conti con il dualismo voluto tra i pali da allenatore e società. Dopo aver giocato da titolare le prime due partite di campionato, Galeotti ha dovuto lasciare spazio al compagno di reparto che si è fatto trovare pronto e ha mantenuto lo status di titolare per ben 13 giornate. A fine novembre ecco una nuova occasione per Galeotti, che dal 3-1 ai danni dell’Imolese non ha più lasciato il posto, sfoderando prestazioni positive e interventi decisivi in successione. La stampa locale ha sottolineato in più occasioni le sue colpe limitate nei gol concessi e lo ha premiato diverse volte come migliore in campo. La sua crescita continua e ci si augura pertanto che questa possa essere la stagione della sua consacrazione come portiere di sicuro affidamento nonostante i soli 20 anni.

MOUSTAPHA YABRE
Terzino sinistro (2002), in prestito al Fiorenzuola (Serie C, girone B), 5 presenze, 268 minuti di gioco

Nella stagione 2021-2022 il giovane terzino non aveva sicuramente soddisfatto le aspettative che c’erano su di lui dopo ottime stagioni disputate nella migliore formazione Primavera della storia recente spallina. Prima sei mesi al Cesena – con sole 7 presenze e una progressiva uscita dalle rotazioni – poi altri sei da fuori quota in Primavera SPAL con 12 presenze e 2 assist per i compagni. Nella attuale stagione i dirigenti hanno optato per un nuovo prestito in serie C, ma la sorte non si è sicuramente schierata dalla parte del ragazzo. Qualche difficoltà di inserimento e diversi problemi fisici lo hanno condizionato per tutto il girone di andata, offrendo una ghiotta occasione (prontamente sfruttata a dovere) al concorrente e pari età Oddi, di proprietà del Milan, che ha avuto posto fisso sulla corsia sinistra fino alla 15^ giornata. Poi tre presenze da titolare nelle ultime cinque partite disputate per Yabre e qualche spiraglio di ripresa e di una considerazione ritrovata da parte dell’allenatore. Con un contratto in scadenza a giugno 2024 il suo futuro è tutto da scrivere: ancora 18 mesi per convincere la SPAL a continuare a puntare su di lui e un altro prestito all’orizzonte come soluzione più probabile.

TEUN WILKE-BRAAMS
Punta centrale (2002), in prestito al Cercle Brugge (Pro League Belgio), 3 presenze, 10 minuti di gioco

L’attaccante messicano di passaporto olandese si era distinto nella rovinosa stagione della Primavera spallina 2021-2022 culminata con la retrocessione nel campionato Primavera 2. Nonostante alcune prove decisamente poco convincenti, il bottino complessivo di 11 gol e 4 assist in 29 partite tra campionato e coppa aveva spinto la società a mandarlo a giocare in un campionato in cui potesse formarsi e tornare a Ferrara con un maggiore bagaglio di esperienza. Al momento Wilke-Braams ha racimolato la miseria di 10 minuti complessivi in gare ufficiali con il Cercle Brugge nell’arco delle prime 5 giornate ed è stato successivamente aggregato alla formazione B della squadra belga, iscritta al campionato di quarta divisione. Qui ha realizzato 7 reti in sole 8 partite giocate (tutte da titolare), diventando capocannoniere della squadra e aiutandola a guadagnare la quinta posizione in campionato. Non è sicuramente il percorso che ci si aspettava dal giocatore (con contratto in scadenza a giugno 2023), ma la crescita vista negli ultimi due mesi di questa prima fase del prestito lascia ben presagire per il resto della sua stagione.

FEDERICO ZANCHETTA
Centrocampista centrale (2002), in prestito all’Olbia (Serie C, girone B), 7 presenze, 265 minuti di gioco, 1 gol

Un altro anno di prestito in serie C è stata la via scelta nella scorsa sessione di calciomercato estiva per permettere al promettente mediano di mettere in mostra le sue doti dopo un anno infelice nella Lucchese nel 2021-2022. Purtroppo anche questa stagione non sta offrendo a Zanchetta la continuità e i minuti di gioco di cui sicuramente necessiterebbe per completare la sua maturazione. Un inizio di stagione da gregario con 4 presenze da subentrante nelle prime 8 giornate ed una da titolare in coppa serie C con un gol decisivo per il passaggio del turno avevano lasciato presagire una stagione in crescendo. Poi un infortunio ha interrotto il momento positivo e ha tenuto il giovane centrocampista lontano dai campi per oltre un mese. Due presenze a dicembre, nuovamente da subentrante, avevano riacceso le speranze, ma nelle ultime due partite ha dovuto osservare i compagni dalla panchina.



Leaderboard Spidergas 2022
Hangar leaderboard